Mafia Capitale, rito abbreviato per Ozzimo: stop con la politica

Previsto per metà dicembre l’inizio del dibattimento

Una mail stabilirebbe la non subalternità di Daniele Ozzimo al ras delle cooperative Salvatore Buzzi. Questa documentazione e alcune richieste di costituzione di parte civile hanno convinto il gup Alessandra Boffi ad accettare la richiesta di rito abbreviato avanzata da Luca Petrucci, legale dell’ex assessore alla casa. “Credo che Daniele Ozzimo non voglia più saperne della politica e voglia dedicarsi alla famiglia e al lavoro – ha commentato Petrucci – “E’ una persona perbene, come ha ricevuto l’avviso di garanzia il 2 dicembre si è dimesso da assessore e si è sospeso dal Pd. Sta affrontando questa vicenda con grande serenità e riteniamo che dagli atti processuali si evinca la sua estraneità. Peraltro anche Buzzi nel suo interrogatorio ha detto ‘L’unico che non prendeva soldi era Daniele Ozzimo”. Una decisione – quella del rito abbreviato – che per ragioni diverse ha coinvolto anche l’ex capogruppo capitolino di Centro Democratico Caprari. Il dibattimento dovrebbe iniziare verso la metà di dicembre. (gds)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna