19 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Milano, l'omaggio della città al “suo” giullare

E intanto anche la stampa di tutto il mondo ricorda il Premio Nobel

“Milano non dimenticherà i suoi insegnamenti”. Ed è così, con le parole del sindaco Giuseppe Sala, che la città d’adozione di Dario Fo saluta il suo più grande giullare, mentre la notizia della morte del premio Nobel fa il giro della stampa internazionale. “La scomparsa di Dario Fo ci colpisce nel profondo, perdiamo uno dei più grandi rappresentanti della letteratura, del teatro e della cultura milanese e italiana” ha continuato Sala.

Un talento riconosciuto da tutto il mondo e che Milano sente particolarmente “suo”, dal momento che l’accolse fin dai tempi dell’Accademia di Brera. “Milano è profondamente colpita e addolorata dalla perdita di Dario Fo, consapevole di quanto la sua vita abbia saputo testimoniare la libertà in tutte le sue forme e ontribuito a formare la coscienza critica di ognuno di noi, consegnando alla storia uno dei protagonisti del Novecento italiano”, ha poi commentato l’assessore alla Cultura Del Corno.

Il governatore lombardo Roberto Maroni e l’assessore regionale alle Culture, identità e autonomie Cristina Cappellini hanno invece evidenziato il ruolo del premio Nobel di “grande cultore e divulgatore delle lingue locali”: “Il suo ‘Mistero buffo’, per il quale si è avvalso di una mescolanza dei vari dialetti della Pianura padana, è un evidente esempio di come Fo ha saputo nobilitare le lingue dei padri, ineludibile rimando alla storia e alle radici, con il merito di farle approdare sui più grandi palcoscenici del mondo”.

E, di fatti, dal Guardian al Financial Times, dalla Bbc al New York Times, dallo Spiegel a Le Point, tutto il mondo sta ricordando il suo eterno giullare.

 

t.p.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014