Nidi: flash mob di protesta di genitori ed educatrici

Contro disposizioni Comune su supplenze

Un flash mob di genitori, educatrici e bambini si è tenuto stamattina davanti al nido d’infanzia di via S.Gregorio al Celio, situato nell’omonimo parco, per protesta contro le nuove disposizioni capitoline in merito al contratto dei dipendenti pubblici che aboliscono l’utilizzo della supplenza nel caso di prima assenza dell’educatrice di turno. “Contestiamo quell’atto unilaterale del Comune – spiega Laura Fiano, una delle madri che hanno partecipato alla protesta – la norma prevede che ci sia un’educatrice ogni sei bambini. In caso di assenza può accadere, come è accaduto, che una sola educatrice debba occuparsi contemporaneamente di venti bambini. Qui ci sono piccoli anche di sette mesi e non è difficile immaginare quello che può accadere nella gestione di tante situazioni affidate ad una sola persona. Sono già partite denunce da parte di genitori per casi di questo tipo già avvenuti e che mettono a rischio l’incolumità dei nostri figli”. Le educatrici, continua Fiano “col nuovo salario accessorio e il premio produttività non riescono a lavorare con la dovuta serenità. Sono demotivcate e frustrate e questo ricade sui bambini stessi”. Durante il flash mob due attori, Giorgio Marchesi e Simonetta Solder, hanno letto brani di Rodari. La protesta, annunciano i genitori, verrà estesa nei prossimi giorni anche in altri nidi della città, il primo sarà ai “Coccetti” del quartiere Testaccio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna