19 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Papa: a disoccupati, lottate per vostra dignita'. No a pessimismo

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 20 mar 2014 – ”Non smettete mai di sperare in un futuro migliore. Non lasciatevi intrappolare dal vortice del pessimismo! Lottate per questo”. Lo ha detto papa Francesco rivolgendosi agli operai delle acciaierie di Terni ricevuti stamane in Vaticano. Il papa e’ tornato a chiedere lavoro per tutti e a […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 20 mar 2014 – ”Non smettete mai di sperare in un futuro migliore. Non lasciatevi intrappolare dal vortice del pessimismo! Lottate per questo”. Lo ha detto papa Francesco rivolgendosi agli operai delle acciaierie di Terni ricevuti stamane in Vaticano. Il papa e’ tornato a chiedere lavoro per tutti e a denunciare il dramma della disoccupazione alla quale, pero’, ha detto, non occorre rassegnarsi ricordando che il lavoro interpella anche la dignita’ dell’uomo e della societa’ ”la sua vita, la sua liberta’ e la sua felicita”’. ”Se ciascuno fara’ la propria parte, se tutti metteranno sempre al centro la persona umana, con la sua dignita’, – ha detto il papa – se si consolidera’ un atteggiamento di solidarieta’ e condivisione fraterna, ispirato al Vangelo, si potra’ uscire dalla palude di una stagione economica e lavorativa faticosa e difficile”. Parlando fuori discorso Francesco ha poi rivelato di aver parlato con dei giovani operai disoccupati che gli hanno espresso tutta l’angoscia della loro situazione. ”La dignita’ dell’uomo – ha detto – e’ collegata al lavoro. Ho sentito dei giovani operai senza lavoro che mi hanno detto: ‘padre, noi mangiamo ogni giorno perche’ ci aiuta la parrocchia, la Caritas, la Croce rossa, ma non sappiamo cosa significa portare il pane a casa per noi e i nostri figli. Ho bisogno della dignita’ di portare il pane a casa…”. gc gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014