13 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Papa: chiamare prete per malattia non porta male

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 26 feb 2014 – ”C’e’ l’idea che chiamare il prete porti mala fortuna, che dopo il sacerdote arriva l’impresario delle pompe funebri… Ma questo non e’ vero!”. Lo ha detto oggi papa Francesco parlando, fuori dal testo preparato per la catechesi del mercoledi’, tutta incentrata sul sacramento sul sacramento dell’unzione […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 26 feb 2014 – ”C’e’ l’idea che chiamare il prete porti mala fortuna, che dopo il sacerdote arriva l’impresario delle pompe funebri… Ma questo non e’ vero!”. Lo ha detto oggi papa Francesco parlando, fuori dal testo preparato per la catechesi del mercoledi’, tutta incentrata sul sacramento sul sacramento dell’unzione dei malati. Papa Francesco ha, quindi, ricordato che ”il sacerdote viene per aiutare il malato o l’anziano” ed e’ come Gesu’ ”che arriva, per sollevare, per dare forza e speranza, per aiutare e anche per perdonare i peccati”. ”L’unzione – ha quindi concluso – e’ la sicurezza della vicinanza di Gesu’ al malato come all’anziano: ogni persona oltre i 65 anni puo’ ricevere questo sacramento”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014