14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Papa: faccio fatica a lavorare in ufficio in mezzo alle carte

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 14 mar 2014 – ”Cos’e’ che meno ti piace della tua missione di Papa?”. A porre la domanda a papa Francesco, e’ stata una radio di Buenso Aires, FM 88.1 che trasmette da Bajo Flores, un quartiere povero della capitale, in una intervista in occasione del suo primo anno di […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 14 mar 2014 – ”Cos’e’ che meno ti piace della tua missione di Papa?”. A porre la domanda a papa Francesco, e’ stata una radio di Buenso Aires, FM 88.1 che trasmette da Bajo Flores, un quartiere povero della capitale, in una intervista in occasione del suo primo anno di pontificato. ”Il lavoro con le carte, quello di ufficio, e’ una cosa nella quale ho sempre fatto fatica”. E’ stata la pronta risposta di papa Bergoglio che e’ risuonata nel barrio dove, da cardinale, si recava spesso per incontrare la comunita’. A riportare alcuni stralci dell’intervista e’ oggi L’Osservatore romano che parla di lunga riflessione del Papa tutta incentrata sulla Chiesa, il Vangelo, i poveri e la poverta’. Una intervista diffusa a Bajo Flores tramite alcuni maxischermi, dopo la celebrazione della messa, e nel corso della quale Papa Francesco ha riflettuto sul lavoro pastorale dei ‘curas villeros’, i sacerdoti che lavorano nelle periferie fra i piu’ poveri. Di loro ha parlato, in particolare, quando ha spiegato: ”non erano comunisti”, ma ”grandi sacerdoti che lottavano per la vita: lavoravano per portare la parola di Dio agli emarginati. Erano – ha aggiunto – sacerdoti che ascoltavano il popolo di Dio e lottavano per la giustizia”. Il Papa ha indicato poi la necessita’ di ”avere un atteggiamento di poverta’, di servizio, di aiuto agli altri” ma allo stesso tempo bisogna ”lasciarsi – ha aggiunto – aiutare dagli altri, perche’ abbiamo bisogno gli uni degli altri”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014