16 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Papa: grazie a Concilio profondo e diffuso rinnovamento liturgia

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 21 feb 2014 – Tra i frutti del Concilio Vaticano II va annoverato quello di un ”profondo e diffuso rinnovamento della vita liturgica” nella Chiesa cattolica. Un rinnovamento, pero’, ancora da attuarsi completamente. A ricordarlo e’ papa Francesco in un messaggio inviato in occasione dei 50 anni della Costituzione ”Sacrosanctum […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 21 feb 2014 – Tra i frutti del Concilio Vaticano II va annoverato quello di un ”profondo e diffuso rinnovamento della vita liturgica” nella Chiesa cattolica. Un rinnovamento, pero’, ancora da attuarsi completamente. A ricordarlo e’ papa Francesco in un messaggio inviato in occasione dei 50 anni della Costituzione ”Sacrosanctum Concilium”, primo documento promulgato dal Vaticano II. Una occasione, ricorda papa Francesco, che ”fa sorgere sentimenti di gratitudine” per la riforma liturgica resa possibile ”dal Magistero conciliare, per la gloria di Dio e l’edificazione della Chiesa, e al tempo stesso spinge a rilanciare l’impegno per accogliere e attuare in maniera sempre piu’ piena tale insegnamento”. ”Una liturgia che fosse staccata dal culto spirituale – sottolinea ancora il pontefice – rischierebbe di svuotarsi, di decadere dall’originalita’ cristiana in un senso sacrale generico, quasi magico, e in un vuoto estetismo. Essendo azione di Cristo, la liturgia spinge dal suo interno a rivestirsi dei sentimenti di Cristo, e in questo dinamismo la realta’ tutta viene trasfigurata”. Dopo aver citato l’insegnamento di Benedetto XVI, Bergoglio invita, quindi, a proseguire nell’azione di riforma. ”E’ necessario unire – sostiene infatti il pontefice – una rinnovata volonta’ di andare avanti nel cammino indicato dai Padri conciliari, perche’ rimane ancora molto da fare per una corretta e completa assimilazione della Costituzione sulla Sacra Liturgia da parte dei battezzati e delle comunita’ ecclesiali. Mi riferisco in particolare all’impegno per una solida e organica iniziazione e formazione liturgica, tanto dei fedeli laici quanto del clero e delle persone consacrate”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014