Papa: il beato Alvaro del Portillo ci invita a fidarci di Dio

Messaggio al prelato dell’Opus Dei, Javier Echevarría Roma, 27 set 2014 – Grazie, perdono, aiutami di piu’!: le parole che soleva ripetere il Beato Álvaro del Portillo, che da una parte ci avvicinano alla realta’ della sua vita interiore e del suo rapporto con il Signore, ma che possono anche dare nuovo slancio alla nostra […]

Messaggio al prelato dell’Opus Dei, Javier Echevarría Roma, 27 set 2014 – Grazie, perdono, aiutami di piu’!: le parole che soleva ripetere il Beato Álvaro del Portillo, che da una parte ci avvicinano alla realta’ della sua vita interiore e del suo rapporto con il Signore, ma che possono anche dare nuovo slancio alla nostra stessa vita cristiana. Il Papa, in un lungo messaggio inviato al prelato dell’Opus Dei, Javier Echevarría, in occasione della beatificazione di monsignor Álvaro del Portillo, primo successore di Josemaría Escrivá de Balaguer alla giuda della Prelatura, descrive e rende omaggio a una figura la cui esistenza – si legge – fu forgiata nella semplicita’ della vita familiare, nell’amicizia e nel servizio agli altri. Álvaro del Portillo rendeva grazie a Dio perche’ consapevole dei tanti doni che Dio gli aveva concesso e lo ringraziava per quella dimostrazione di amore paterno che risveglio’ nel suo cuore desideri di seguirlo con maggiore dedizione e generosita’ e di vivere una vita di umile servizio agli altri. Il Beato – scrive Francesco – servi’ la Chiesa con cuore spoglio di interessi mondani, alieno alla discordia, accogliente con tutti e sempre alla ricerca del buono negli altri, di cio’ che unisce, che edifica. (segue) Luc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna