14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Papa: il cuore del Vangelo e' dei poveri. E non e' comunismo

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 4 apr 2014 – ”Per me, il cuore del Vangelo e’ dei poveri. Ho sentito, due mesi fa, che una persona ha detto, per questo: ”Ma, questo Papa e’ comunista!’. E no! Questa e’ una bandiera del Vangelo, non del comunismo: del Vangelo!”. Lo ha detto papa Francesco in una […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 4 apr 2014 – ”Per me, il cuore del Vangelo e’ dei poveri. Ho sentito, due mesi fa, che una persona ha detto, per questo: ”Ma, questo Papa e’ comunista!’. E no! Questa e’ una bandiera del Vangelo, non del comunismo: del Vangelo!”. Lo ha detto papa Francesco in una intervista trasmessa ieri sera dalla Tv pubblica fiamminga del Belgio VRT. L’intervista, ripresa oggi dalla Radio Vaticana e’ stata rilasciata da Francesco ad alcuni ragazzi belgi il 31 marzo scorso presso lo studio del Palazzo Apostolico in Vaticano. Quella a cui fa riferimento, ha spiegato il pontefice e’ una ”poverta’ senza ideologia” e per questo, ha aggiunto, ”io credo che i poveri sono al centro dell’annuncio di Gesu’. Basta leggerlo. Il problema e’ che poi questo atteggiamento verso i poveri alcune volte, nella storia, e’ stato ideologizzato”. Oggi, ha proseguito il Papa, ”siamo entrati in una cultura dello scarto”: ”sono cacciati via i bambini – non vogliamo bambini, meno, famiglie piccole: non si vogliono i bambini -, sono cacciati via gli anziani: tanti anziani muoiono per una eutanasia nascosta, perche’ non si ha cura di loro e muoiono. E adesso sono cacciati via i giovani”. Francesco ha avuto anche un riferimento al problema dei giovani in Italia citando l’alta disoccupazione giovanile che ha raggiunto quasi del 50 per cento. Ma ricordando i suoi incontri con alcuni giovani politici argentini, ha affermato di avere fiducia in loro e nella loro voglia di concretezza: ”E sono contento perche’ loro, siano di sinistra, siano di destra, – ha detto – parlano una nuova musica, con una nuova musica, un nuovo stile di politica. E quello a me da’ speranza. E io credo che la gioventu’, in questo momento, deve prendere la luce e andare avanti. Che siano coraggiosi! Questo a me da’ speranza”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014