18 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Papa: la sapienza non sta nel vedere il mondo secondo il nostro piacere

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 9 apr 2014 – La vera sapienza ”e’ la grazia di poter vedere ogni cosa con gli occhi di Dio. E’ semplicemente questo: e’ vedere il mondo, vedere le situazioni, le congiunture, i problemi, tutto, con gli occhi di Dio”. Ma ”alcune volte noi vediamo la cosa secondo il nostro […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 9 apr 2014 – La vera sapienza ”e’ la grazia di poter vedere ogni cosa con gli occhi di Dio. E’ semplicemente questo: e’ vedere il mondo, vedere le situazioni, le congiunture, i problemi, tutto, con gli occhi di Dio”. Ma ”alcune volte noi vediamo la cosa secondo il nostro piacere o secondo la situazione del nostro cuore, con amore o con odio, con invidia” ma ”non con l’occhio di Dio”. A parlare stamane del dono della sapienza, che proviene dallo Spirito Santo, e’ stato papa Francesco nel corso dell’udienza generale in piazza San Pietro, anche oggi gremita da oltre 45 mila fedeli. ”La sapienza – ha detto ancora il papa – e’ quello che fa lo Spirito Santo in noi perche’ noi vediamo tutte le cose con gli occhi di Dio. E’ questo il dono della sapienza. – ha spiegato ancora – E, ovviamente, questo dono viene dalla intimita’ con Dio, dal rapporto intimo che noi abbiamo con Dio, del rapporti di figli con il Padre. E lo Spirito Santo, quando abbiamo questo rapporto, ci da il dono della sapienza”. ”Quando siamo in comunione con il Signore, lo Spirito Santo e’ come se trasfigurasse il nostro cuore e gli facesse percepire tutto il suo calore e la sua predilezione. Lo Spirito Santo rende allora il cristiano ‘sapiente”’. Ma tutto questo, pero’, ha voluto sottolineare papa Bergoglio, ”non nel senso che ha una risposta per ogni cosa, che sa tutto. Una persona sapiente non ha questo, nel senso di Dio, ma nel senso che ‘sa’ di Dio, sa come agisce Dio, conosce quando una cosa e’ di Dio e quando non e’ di Dio; sa questa saggezza che Dio da’ ai nostri cuori. Il cuore dell’uomo saggio in questo senso ha il gusto e il sapore di Dio”. Un atteggiamento che diviene importante soprattuto nelle nostre comunita”’. Da qui il suo invito: ”ci siano cristiani cosi’! Tutto in loro parla di Dio e diventa un segno bello e vivo della sua presenza e del suo amore”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014