Papa: sapienza e' vedere con occhi di Dio e sentire con le sue orecchie

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 9 apr 2014 – Tutti ”abbiamo dentro di noi lo Spirito Santo, possiamo ascoltarlo o no. Se noi lo ascoltiamo ci regala saggezza che e’ vedere con gli occhi di Dio, sentire con le sue orecchie, giudicare le cose con il giudizio di Dio”. Lo ha detto papa Francesco durante […]

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 9 apr 2014 – Tutti ”abbiamo dentro di noi lo Spirito Santo, possiamo ascoltarlo o no. Se noi lo ascoltiamo ci regala saggezza che e’ vedere con gli occhi di Dio, sentire con le sue orecchie, giudicare le cose con il giudizio di Dio”. Lo ha detto papa Francesco durante la catechesi nel corso dell’udienza generale del mercoledi’ in una piazza San Pietro anche oggi gremita da oltre 45 mila fedeli. Il papa ha trattato il tema dei doni dello Spirito Santo partendo proprio da quello della sapienza. ”Tutti noi – ha detto ai fedeli – possiamo averla, bisogna soltanto chiederla allo Spirito Santo”. Poi, proseguendo a parlare a braccio ha fatto l’esempio della mamma stanca dei suoi bimbi troppo vivaci e che invece di sgridarli soltanto si accosta a loro amorevolmente per correggerli o agli sposi che nel matrimonio, ha detto, ”litigano e poi non si guardano o se si guardano lo fanno con la faccia storta”. E’ frutto della saggezza, ”passata la tormenta”, ha ricordato Francesco,”fare pace. Quella e’ sapienza. Che venga a casa, con i bambini, che venga su tutti noi. Ma non si impara perche’ e’ un regalo di Dio”, ha aggiunto. ”Con questa saggezza – ha concluso – andiamo avanti e costruiamo la famiglia, la Chiesa e cosi’ andiamo avanti”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna