23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Roma: Cutini, immigrati sono risorsa. Uscire da logica emergenziale

(ASCA) – Roma, 19 mar 2014 – ”Gli immigrati continuano a scegliere Roma come citta’ dove vivere. Un dato in netta controtendenza con l’andamento nazionale”. Lo dichiara l’Assessore al Sostegno Sociale e Sussidiarieta’ di Roma Capitale, Rita Cutini, durante la presentazione del X Rapporto dell’Osservatorio Romano delle Migrazioni del Caritas. ”Un dato significativo. I numeri […]

(ASCA) – Roma, 19 mar 2014 – ”Gli immigrati continuano a scegliere Roma come citta’ dove vivere. Un dato in netta controtendenza con l’andamento nazionale”. Lo dichiara l’Assessore al Sostegno Sociale e Sussidiarieta’ di Roma Capitale, Rita Cutini, durante la presentazione del X Rapporto dell’Osservatorio Romano delle Migrazioni del Caritas. ”Un dato significativo. I numeri crescono – aggiunge Cutini – ma, parallelamente, deve cambiare l’approccio culturale che caratterizza l’argomento ‘immigrazione’. Dobbiamo uscire dalla logica emergenziale e capire che gli immigrati sono una ricchezza per la citta’. Penso, per esempio, all’imprenditoria. Nel 2012, come segnala il Rapporto, le imprese a Roma sono aumentate dell’1,8 PERCENTO rispetto all’anno precedente, ma questo e’ dovuto esclusivamente al trend positivo delle imprese avviate da stranieri, aumentate di ben il 12,6 PERCENTO , raggiungendo un’incidenza sul totale del 19,3. Penso ancora – continua l’assessore – al pluralismo religioso e culturale che gli immigrati portano come occasione di scambio e di arricchimento del tessuto cittadino”. ”Bisogna, insomma, riallineare la narrazione della vita degli stranieri alla realta’, che e’ ben piu’ positiva di come spesso viene detto, e dare le giuste risposte ai loro problemi. Come quello dell’accoglienza. Il nuovo bando Spar (Sistema di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati), finanziato con circa 30 milioni aggiuntivi, vuole essere una prima risposta ad un sistema di accoglienze fino ad oggi storicamente e cronicamente sottodimensionato. Cosi’ come – spiega Cutini – il modello, del tutto basato sull’emergenza, di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati (ben 3.000 su tutto il territorio) per i quali stiamo avviando, con questa amministrazione, l’apertura di un Centro di primissima accoglienza. Dobbiamo, insomma, dimensionare gli interventi sul sociale e sull’immigrazione ai numeri reali e alle esigenze reali della citta’. Dobbiamo, infine – conclude Cutini – riconoscere una volta per tutte il diritto alla rappresentanza dei tanti immigrati che tanto bene fanno alla citta’ e garantire loro il voto amministrativo”. bet mau

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014