Roma: Cutini, memoria su nuova sistemazione per chi vive nelle roulotte

(ASCA) – Roma, 20 giu 2014 – ”Roma Capitale decide di intraprendere, nel rispetto dei principi espressi nella legge n. 328 del 2000 – ‘Legge-quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali’, una serie di attivita’ che portino a una maggiore conoscenza del fenomeno delle abitazioni precarie con una particolare attenzione […]

(ASCA) – Roma, 20 giu 2014 – ”Roma Capitale decide di intraprendere, nel rispetto dei principi espressi nella legge n. 328 del 2000 – ‘Legge-quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali’, una serie di attivita’ che portino a una maggiore conoscenza del fenomeno delle abitazioni precarie con una particolare attenzione ai malati, agli anziani e ai nuclei familiari con minori che hanno trovato come proprio alloggio una delle roulotte presenti sul territorio cittadino”. Questo l’obiettivo della memoria approvata oggi nella giunta capitolina, e presentata dall’assessore alle Politiche sociali, Rita Cutini. Nello specifico, il provvedimento contiene, inoltre, la formulazione ”di un apposito indirizzo, affinche’, con il coordinamento del Dipartimento al sostegno sociale, sussidiarieta’ e salute, in collaborazione con i competenti Uffici dei singoli Municipi e delle Asl, con l’ausilio del Corpo della polizia locale di Roma Capitale: si proceda all’aggiornamento del censimento delle situazioni di specifica fragilita’, allo scopo di predisporre tutte le azioni volte a realizzare percorsi di inclusione e sostegno sociale; si rilevi il numero delle persone che abitano nelle roulotte e negli altri mezzi di fortuna sul territorio cittadino; si verifichino i dati relativi ai veicoli adibiti ad abitazione precaria; si attuino tutti gli interventi a garanzia della legalita’, nell’ambito delle competenze che l’Ordinamento giuridico assegna all’Ente Locale; si avviino tutte le iniziative volte ad assicurare l’accoglienza delle persone con particolari fragilita’ quali anziani, nuclei famigliari con minori, disabili; si attivino tutte le azioni nel rispetto del principio di sussidiarieta’ orizzontale, in stretta collaborazione con le Associazioni di Volontariato e gli Enti del Terzo Settore che si occupano di sostegno e inclusione dei senza fissa dimora”. bet mpd

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna