15 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Roma: Cutini, svincolare welfare dal Patto di Stabilita'

(ASCA) – Roma, 2 apr 2014 – ”Roma, come le altri grandi citta’, non riesce a garantire i diritti dei piu’ deboli per i vincoli del Patto di Stabilita’. Crediamo in un’Europa inclusiva e solidale, ma i vincoli europei non ci permettono di garantire i servizi obbligatori. Chiedo, pertanto, all’Unione Europea che si faccia garante […]

(ASCA) – Roma, 2 apr 2014 – ”Roma, come le altri grandi citta’, non riesce a garantire i diritti dei piu’ deboli per i vincoli del Patto di Stabilita’. Crediamo in un’Europa inclusiva e solidale, ma i vincoli europei non ci permettono di garantire i servizi obbligatori. Chiedo, pertanto, all’Unione Europea che si faccia garante delle politiche di sostegno al Welfare, rispettando la sua naturale vocazione di Europa dei popoli e dei diritti”. Cosi’ l’assessore al Sostegno Sociale e Sussidiarieta’ di Roma Capitale, Rita Cutini, che aggiunge: ”Sul Bilancio 2014 di Roma Capitale, in discussione in questi giorni, pesano i 300 milioni bloccati dai vincoli del Patto di Stabilita’. Per cui al momento siamo in una situazione kafkiana in cui ci viene chiesto, giustamente, di garantire l’accesso a servizi obbligatori come l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati o le Rsa, ma poi di fatto ci vengono bloccati i fondi dal Patto di Stabilita’. Dobbiamo, e vogliamo, concedere l’accesso ai servizi obbligatori – continua – ma non ci vengono dati gli strumenti per farlo. Penso all’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati che sono a Roma, o al pagamento delle rette per i minori in difficolta’, o, ancora, alle Residenze Assistenziali Sanitarie. Tutte voci di spesa obbligatorie in un’Europa inclusiva e solidale, per le quali, pero’, gli stessi vincoli europei del Patto di stabilita’ pregiudicano l’accesso ai fondi in tutte le citta’. Per questo – spiega – mi auguro che durante il semestre europeo la presidenza italiana possa porre il tema delle spese per il Welfare, oltre a quello dei richiedenti asilo. Altrimenti si rischia di far pagare nei fatti un prezzo troppo alto alle persone piu’ fragili”. bet mau

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014