Roma: furto nei locali dell’associazione Salvamamme

condanna delle istituzioni

Furto nei locali dell’associazione Salvamamme a Roma. Da anni la realtà è vicine alle mamme in difficoltà e ai loro bimbi, offrendo supporti concreti e sostegno per i genitori in condizioni di svantaggio economico e sociale. Ignoti hanno rubato computer e telefoni cellulari, insieme ad altre cose destinate ai bambini. Tra le stanze mirino dei ladri anche quella chiamata della “Valigia di salvataggio” per le donne vittime di violenza. Sottratti anche i fondi raccolti per una carrozzina a motore per un giovane mutilato ucraino. “Un’azione vergognosa compiuta contro i più fragili e disperati”, ha detto la presidente Grazia Passeri. Non si sono fatte attendere le parole di vicinanza delle istituzioni. “Salvamamme è patrimonio di Roma e daremo sicuramente una mano. Chi ha attaccato questa bellissima realtà è un vigliacco e deve vergognarsi. A Grazia Passeri va la nostra solidarietà e siamo pronti a fare la nostra parte perché continui il nostro sostegno”, ha scritto sui social il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. L’assessora capitolina alle parole opportunità, Monica Lucarelli ha commentato: “Un’azione a dir poco vergognosa.

Il furto delle valigie per le donne vittime di violenza nella sede dell’associazione Salvamamme lascia davvero senza parole. A prescindere da chi sia stato l’autore è necessario riattivare subito il servizio: la sede ha avuto, infatti, ingenti danni, oltre al furto di pc e telefoni. Faccio appello a tutte le Aziende e alle Imprese romane per avviare da subito una catena di solidarietà con donazioni per l’acquisto di Pc e telefoni per rendere di nuovo operativo un servizio strategico e fondamentale per le donne”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna