Roma: interessi fino al 240 per cento annuo, 4 arresti per usura e estorsione

Incidenti simulati per avere indennizzi e pagare. L'inchiesta della Procura di Roma coordinata dall'aggiunto Giovanni Conzo ha ricostruito finora dieci casi

Quattro persone sono state arrestate in seguito ad indagini per usura coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma. I componenti del gruppo sono indagati per associazione a delinquere finalizzata all’usura, estorsione e abusiva attivita’ finanziaria. Il provvedimento restrittivo eseguito questa mattina su disposizione del Gip di Roma e’ stato adottato all’esito delle indagini svolte dagli specialisti del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di finanza di Roma, che hanno consentito di delineare l’operativita’ di un sodalizio criminale dedito alla concessione di prestiti usurai nei confronti di persone in difficolta’.

Dalle attivita’ delle fiamme gialle e’ emerso che gli indagati avrebbero concesso credito ad almeno 10 persone, tra cui anche imprenditori, facendosi, da un lato, dare o promettere interessi usurai fino al 240 per cento annuo e, dall’altro, esercitando azioni volte al recupero di crediti nei confronti dei debitori in ritardo con i pagamenti. Tali attivita’ si realizzavano anche attraverso minacce o l’esecuzione di vere e proprie “spedizioni punitive”, per evitare le quali, in talune occasioni, gli usurati si sarebbero resi disponibili a inscenare falsi incidenti stradali cosi’ da poter percepire indebiti indennizzi assicurativi piuttosto che mettere a disposizione degli indagati autovetture di dubbia provenienza, scalando poi dal debito residuo il valore delle stesse

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna