Roma: Morgante, su Ama no ipotesi B. Ragionare su strategie industriali

(ASCA) – Roma, 21 mar 2014 – ”Non stiamo parlando di cose semplici, ma ora non esiste un’ipotesi b: l’ipotesi a e’ che la macchina comunale e le aziende partecipate devono funzionare bene e devono funzionare con le risorse che hanno a disposizione”. A dichiararlo l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Daniela Morgante, ai microfoni […]

(ASCA) – Roma, 21 mar 2014 – ”Non stiamo parlando di cose semplici, ma ora non esiste un’ipotesi b: l’ipotesi a e’ che la macchina comunale e le aziende partecipate devono funzionare bene e devono funzionare con le risorse che hanno a disposizione”. A dichiararlo l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Daniela Morgante, ai microfoni di Radio Citta’ Futura, sulle municipalizzate. ”Ama ha degli spazi di crescita economica enorme nel senso che allo Stato gli attuali costi elevati di quella che e’ la tariffa romana, e che noi dobbiamo avere come obiettivo quello di abbassarla – ha proseguito l’assessore al Bilancio – sono costi legati a problematiche gestionali sulle quali abbiamo cominciato ad intervenire, ma sono legati anche a problematiche di carattere strategico”. ”Il ciclo dei rifiuti per poter essere gestito in maniera redditizia, dev’essere chiuso nel territorio, per un motivo relativamente semplice – ha spiegato la Morgante – con il costo attuale del carburante, il semplice trasporto del rifiuto a centinaia di km di distanza registra ovviamente degli extra costi che sono spropositati, allora – ha concluso – dobbiamo gestire, investire e ragionare sulle strategie industriali, sui piani industriali e sui piani di sviluppo”. bet mpd

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna