16 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Roma: Nieri, un ospedale ha il dovere di garantire il diritto all'aborto

(ASCA) – Roma, 11 mar 2014 – ”La storia di Valentina, affetta da una malattia genetica e costretta ad abortire al quinto mese di gravidanza, da sola in un bagno di un grande ospedale di Roma, perche’ i medici sono tutti obiettori di coscienza, e’ una storia terribile che non ha nulla a che fare […]

(ASCA) – Roma, 11 mar 2014 – ”La storia di Valentina, affetta da una malattia genetica e costretta ad abortire al quinto mese di gravidanza, da sola in un bagno di un grande ospedale di Roma, perche’ i medici sono tutti obiettori di coscienza, e’ una storia terribile che non ha nulla a che fare con la fede e la spiritualita’. In uno Stato laico il diritto all’aborto per tutte le donne e’ inalienabile, e un ospedale pubblico ha il dovere di garantirlo. Sempre e comunque”. A scriverlo sulla sua pagina Facebook, il vicesindaco di Roma, Luigi Nieri, in merito alla vicenda di Valentina Magnanti, che ha accusato l’ospedale Pertini di Roma di essere stata lasciata abortire, a ottobre del 2010, in un bagno della struttura ospedaliera a causa dei medici obiettori. bet mpd

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014