Roma: tangenti per concessioni edilizie. Arrestata archeologa Mibact (2)

(ASCA) – Roma, 20 giu 2014 – Le indagini – spiega ancor la nota della Gdf di Roma – hanno fatto emergere una pluralita’ di episodi e di condotte finalizzate ad ingenerare nel privato committente una sorta di vera e propria sudditanza psicologica, in modo da fargli affidare la supervisione dei lavori ad archeologi esterni […]

(ASCA) – Roma, 20 giu 2014 – Le indagini – spiega ancor la nota della Gdf di Roma – hanno fatto emergere una pluralita’ di episodi e di condotte finalizzate ad ingenerare nel privato committente una sorta di vera e propria sudditanza psicologica, in modo da fargli affidare la supervisione dei lavori ad archeologi esterni imposti, pero’, dai medesimi pubblici funzionari che avrebbero dovuto controllarne il lavoro. In alcuni casi l’assistente archeologa incassava personalmente i compensi che spettavano all’archeologo di parte privata, per poi riversargli solo una parte della somma ricevuta. In altri casi, invece, gli archeologi scelti dal privato riconoscevano al funzionario che aveva ”caldeggiato”, se non addirittura imposto, l’affidamento dei lavori, una percentuale per avergli consentito di esercitare la propria attivita’ professionale ed avergli ”procurato” dei clienti. Oltre alla donna arrestata oggi, sono indagati nel medesimo procedimento penale ulteriori quattro persone, tra le quali altre due appartenenti alla medesima Soprintendenza per i Beni archeologici del Lazio. com-stt res alf

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna