20 Giugno 2021
Il meteo a Roma

A Euroma 2 “Mettiamoci in ascolto” fino al 13 novembre

Dal 5 al 13 novembre un'installazione racconta i migranti

A Euroma, fino al 13 novembre, si tiene l’evento “Mettiamoci in ascolto” dell’artista romano Fausto Olmelli, realizzato dal progetto “Transito” con le persone migranti ospiti del centro di primissima accoglienza “Penelope” di Via Ramazzini della Croce Rossa di Roma. L’autore di fronte al dramma della migrazione ha trasformato l’ascolto in espressione artistica.  Gli ospiti del centro Penelope di Croce Rossa di Roma sono protagonisti, insieme all’artista, di un progetto artistico partito da alcune settimane, che oggi diventa un evento, una installazione nel centro commerciale Euroma 2 all’Eur.

 

“Attraverso questa operazione artistica – dice Fausto Olmelli – emerge che la Croce Rossa si avvicina al linguaggio dell’arte e lo diffonde. Questa non è una mostra sul dolore delle persone migranti. Io – dice Olmelli – di fronte a questi disegni e dipinti mi sono messo in ascolto non solo del dolore, perché questi disegni hanno uno spessore artistico e culturale. Ci sono dentro quei colori e quei segni, stratificazioni di culture diverse”.

 

“Ci piaceva l’idea di farne un evento – dice Debora Diodati, Presidente di Croce Rossa di Roma – e insieme abbiamo lavorato per dare dignità a questi disegni, per farli arrivare a quante più persone possibile. Così è nata la possibilità di farne una installazione in un Centro Commerciale. Euroma 2 ha offerto subito il suo spazio. I migranti vengono da un luogo privo di ascolto, luoghi spesso dove ci sono fame, guerre, violazione di diritti umani. Questa operazione artistica trae la sua origine nell’ascolto e nella condivisione di questo progetto artistico”, conclude Debora Diodati.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014