A Roma Ellen Page con Freeheld unisce sacro e profano

Unioni civili e diritti gay alla festa del cinema di Roma

A Roma piove e il red carpet è zuppo. Serata difficile per fan e star. Il personaggio più atteso è ELLEN PAGE che a differenza di altre colleghe decide di tenere l’ombrello aperto complicando, non poco, il lavoro dei fotografi. L’abbigliamento e la pettinatura, a dirla tutta, non richiedevano così tanta premura ma lei, si sa, ama dare un calcio alle regole!  Nella Capitale è arrivata con la sua compagna Samantha Thomas. Il film FREEHELD che la vede protagonista con Julianne Moore si trasforma in un dibattito aperto sulle unioni civili e sull’omosessualità. Dal 2014 la giovane attrice ha fatto coming out e da allora si è sempre battuta perchè i diritti diventassero paritari per ogni genere e orientamento sessuale. La pellicola diretta da Peter Sollet è stata prodotta proprio da Ellen che già 7 anni fa ne aveva capito le potenzialità sociali. I tempi per realizzarla sono stati lunghi e lunga e difficile sarà la lotta per superare i tanti ostacoli e pregiudizi che imperversano sulla questione dei diritti ai gay. L’attrice ha avuto parole di grande stima per Papa Francesco e per l’attenzione che sta dedicando a questo argomento. Il film nasce da un cortometraggio/documentario basato su una vicenda reale e alla presentazione vinse l’Oscar. Storie sempre controverse per Ellen Page che con Juno ha scelto la strada dei messaggi fortemente contemporanei. 

 

Freeheld sarà nelle nostre sale dal 5 di novembre. Speriamo che l’intolleranza non alzi i toni e che resti sempre e comunque un fatto “personale”. (anna ricca)

 

 

foto: Agostino Fabio 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna