I Furiosi: al Teatro India uno spettacolo che racconta gli ultràs

Lo stadio che rimbomba, i lacrimogeni, la rissa, la disperazione, il vuoto

Un poema in prosa per raccontare gli ultràs, visti come cavalieri erranti dediti all’ultimo codice cavalleresco rimasto, quello che sotto la bandiera della violenza e della fedeltà alla propria squadra di calcio riunisce tutte le anime sole e senza patria. 

Da questo materiale letterario nasce uno spettacolo fatto di corpi e voci, d’energia insensata e di commovente ironia, in cui il racconto della guerra tra curve assume le parvenze dell’Iliade o delle chanson de geste raccontate al termine del mondo, laddove fuori da uno stadio qualcuno combatte l’ultima battaglia rimasta per sentirsi vivo. Raccontare l’epica della curva, lo stadio che rimbomba, i lacrimogeni, la rissa, la disperazione, il vuoto, la festa. Mostrare come la verità non muore, non invecchia. Mostrare come, attraverso un viaggio da Milano a Cagliari, si può narrare l’Italia, la perdita dell’innocenza politica, lo spettro del fallimento di intere generazioni, il nichilismo di chi ha creduto di poter cambiare la realtà e l’illusione permanente di chi si sente altro dalla società che ingabbia, offende, esclude.

Teatro India fino al 28 febbraio

con Giampiero Judica, Fabrizio Parenti, Alessandro Riceci, Josafat Vagni

La voce del prologo è di Nanni Balestrini

Lungotevere Vittorio Gassman (già lungotevere dei Papareschi)

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna