12 Giugno 2021
Il meteo a Roma

I mille volti dell'Iran: musica e letteratura alla Filarmonica

Giovedì 7 Luglio ai Giardini della Filarmonica

Poesia, musica, letteratura : i mille volti dell’Iran ai Giardini della Filarmonica giovedì 7 luglio.

Dai versi di Farough Farrokhzad la più celebre poetessa persiana del Novecento, alla musica del pianista jazz franco-iraniano Arshid Azarine e molto altro ancora.

Un evento che vuole fare da ponte fra due culture e far conoscere al pubblico la storia culturale millenaria di questo paese del Medio Oriente. Parisa Nazari, esponente della comunità iraniana in italia e organizzatrice dell’evento ci ha raccontato il programma di questa giornata, dedicata al popolo e alla cultura iraniana…

.

Si parte alle ore 18.30 in Sala Affreschi con la presentazione del libro Conversazione a Teheran di Reza Gheissarieh, uno dei maggiori scrittori contemporanei iraniani, di cui ha la casa editrice Fuorilinea ha da poco pubblicato la prima edizione italiana del libro. Autore fra i più letti e amati in patria, Gheissarieh è anche un insigne italianista da sempre attivo nella diffusione della letteratura italiana in Iran, instancabile mediatore culturale, cui nel 2001 è stato conferito anche il “Premio Nazionale per la Traduzione” del  Ministro per i Beni e le Attività Culturali. Parleranno dell’autore, Parisa Nazari, Abolhassan Hatami, Franco Esposito-Soekardi e Shaghayegh Sharafi, che ha curato la traduzione del romanzo dal persiano. Gli attori Angelo Zito e Ali Shams daranno una lettura recitata di alcuni passaggi del libro. 

La giornata prosegue in Sala Casella (ore 20) con Al riparo della mia finestra, Sono amica del sole”: poesia e musica si incontrano in quest’appuntamento che prende il titolo da un celebre verso di Farough Farrokhzad, la più importante poetessa persiana del Novecento, che ha fatto del tema della libertà il principio fondamentale della sua opera artistica e la sua breve seppur intensa vita (è morta infatti a 32 anni). Sarà un incontro prevalentemente al femminile in cui la poesia si alterna e dialoga con la musica classica, sia di tradizione occidentale che iraniana, così come le artiste coinvolte in questo progetto, fra cui l’attrice Ghazal Shakeri, fra i volti più conosciuti e amati del suo paese, e la violoncellista Nasim Saad.

 

Si cambia completamente genere nell’appuntamento successivo (ore 21.45 Sala Casella), con una delle figure più interessanti del jazz internazionale, il pianista franco-iraniano Arshid Azarine che fonde nella sua personalissima musica tradizioni del suo paese d’origine con le influenze jazz del paese d’adozione. Con il suo trio e la voce di Ariana Vafadari, presenta il suo nuovo lavoro 7 Djan, un progetto poetico-musicale ispirato alla Conferenza degli uccelli di Farīd ad-Dīn ‘Attār, celebre poema racconta il raggiungimento dell’illuminazione spirituale.

 

Biglietti: singolo concerto 10 euro, per due concerti della stessa giornata 15 euro.

Info e prevendite su www.filarmonicaromana.org

email promozione@filarmonicaromana.org, tel 06 3201752

 

Il  concerto si inserisce nell’ambito della rassegna “La musica da camera dal barocco al contemporaneo” sostenuto dalla Regione Lazio, Assessorato alla Cultura, Politiche giovanili

 

La giornata è realizzata in collaborazione con

Associazione Alefba, Associazione Neuhaus, Comitato per un centro interculturale a Roma

 

Giardini della Filarmonica, via Flaminia 118

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014