12 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Kentridge al Maxxi, prima di andare al Macro

Le sue opere si ispirano alla filosofia alla letteratura e al cinema

William Kentridge è uno degli artisti sudafricani più noti al mondo: i disegni, i film, le produzioni per l’opera e per il teatro e che portano la sua firma gli hanno donato una meritatissima fama internazionale. Le sue opere si ispirano alle fonti più svariate e spaziano dalla filosofia e letteratura al cinema delle origini, al teatro e all’opera, creando così un universo complesso dove il bene e il male appaiono come forze complementari e inseparabili. Questa è la cosiddetta “settimana santa” di Kentridge, protagonista di una lunga serie di eventi, un artista che è andato al Maxxi prima di sbarcare, nella giornata di sabato, con una mostra al Macro.

 

Al Maxxi hanno preso forma i Triumphs & Laments. L’artista consegnerà alla Capitale un’opera monumentale ma effimera, come ha ricordato Achille Bonito Oliva, ricordando anche come i “graffiti” realizzati sulla pelle dei muraglioni del Tevere evocano uno scriptcinematografico. Non a caso, tra i protagonisti del murale ecco due miti contemporanei di Roma: Marcello Mastroianni e Anita Ekberg. E ci sarà spazio anche per la storia, con un omaggio a Pier Paolo Pasolini.Inaugurazione 16 aprile. Apertura al pubblico dal 17 aprile al 2 ottobre.

(g.f.)

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014