14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

La Traviata: più rosso che Verdi

Al Teatro dell'Opera di Roma una Violetta in rosso

 

Mesi fa l’annuncio. A seguire un numero infinito di articoli e interviste il tutto, con grande eco sui media del mondo intero. 

Ora finalmente siamo alla vigilia del debutto, al Teatro dell’Opera di Roma della “TRAVIATA” (opera in 3 atti di Giuseppe Verdi libretto di  F.M.Piave).

Ma il motivo di tanto bla bla non “aristico” ?:non si cavilla sul Direttore d’Orchestra (Jader Bignamini) nè sul cast e neppure sulla lettura della partitura. Ma sul colore degli abiti di scena di Violetta/Traviata!!!Ella vestirà di rosso. E per di più di rosso Valentino. Si si proprio l’imperatore dell’Alta Moda Valentino Garavani che insieme al compagno Giancarlo Giammetti firma la produzione di questa edizione. 

 

E’ vero che nel melodramma non conta solo la musica,e che scenografia e regia sono elementi fondamentali  e quindi per essere coerenti fino in fondo questa Traviata sarà firmata da SOFIA COPPOLA che si deve confrontare con tanti altri registi dai nomi mitici come Luchino Visconti e Franco Zeffirelli.

L’incomparabile bravura di Valentino e dei direttori  creativi della Maison,  Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli,si dovrà misurare con la maestria di ditte storiche come Tirelli ma,  gratificherà certamente gran parte di un pubblico interessato più all’evento che al melodramma. Va, a questo punto, (e per dovere di cronaca) ricordato che Giuseppe Verdi era severamente scrupoloso su ogni aspetto delle rappresentazioni delle sue opere arrivando a dare precise indicazioni sceniche…

 

Sia pure ‘’benedetta’’ per il record di incassi dal sovrintendente Carlo Fuortes, mai come stavolta la grancassa del ‘’brand’’ della moda ha quasi il sopravvento sull’avvenimento musicale.

 

Ma Fuortes, che ha avuto l’idea di coinvolgere il brand Valentino, si è mai chiesto se Giuseppe Verdi avrebbe gradito di condividere una controfirma della sua opera con la firma ‘’commerciale’’ di abiti, piastrelle e biancheria di casa, stoviglie…  pur eccelsi che siano?  (anna ricca) 

 

all’Opera di Roma dal 24 maggio al 30 giugno

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014