15 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Lo scempio delle ville storiche immerse nel degrado

Turisti costretti a muoversi tra rifiuti e illegalità

Villa Ada e Villa Torlonia, due delle più importanti aree verdi della città, abbandonate al loro destino, con i prati ormai marroni per l’incuria e il proliferare delle sterpaglie. 250 ettari di parchi abbandonati al loro destino. 250 ettari verdi che potrebbero diventare una grande attrazione turistica (molto più di quanto già non siano) se si effettuasse una manutenzione più efficace.

 

A Villa Ada, in particolare, è uno dei più importanti boschi urbani. Eppure, la manutenzione carente porta a spettacoli ben poco edificanti, come gli alberi caduti e mai raccolti, le baracche abusive di extracomunitari, cantieri per edifici storici lasciati in totale abbandono. Senza dimenticare i prati, autentico fiore all’occhiello della Villa, lasciati nel più totale abbandono.

 

A Villa Torlonia, invece, al degrado si aggiunge anche il pericolo di incendi, dal momento che è stato improvvisato un deposito di legna e sfalci di rami di alloro nell’area dell’ex Castagneto, uno spazio che collega la Casina delle Civette con la restaurata e abbandonata Serra Moresca. Sfalci che potrebbero innescare un incendio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014