23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Pasqua al Maxxi: il museo rimane aperto durante le festività

Apertura straordinaria anche lunedì 28 marzo

“Sabato, domenica e lunedì… al Maxxi. Il museo sarà aperto per tutto il lungo weekend pasquale, con apertura straordinaria anche lunedì 28 marzo, giorno di pasquetta (ore 11 – 19, ingresso fino a un’ora prima della chiusura), con ben 7 mostre da vivere, esplorare e da cui lasciarsi coinvolgere. Da non perdere la mostra Transformers, visitabile ancora per pochi giorni (fino a lunedì 28 marzo): visionaria, stimolante, coinvolgente”. Così in una nota il Maxxi. 



“A partire dal fiore gigante dai petali dorati che ‘respira’ nella piazza del Maxxi e sembra dare il benvenuto ai visitatori. Oltre a questa spettacolare opera di Choi Jeong-hwa, all’interno l’orchestra meccanica fatta di armi del messicano Pedro Reyes, le sedie rivisitate e reinterpretate da Martino Gamper, il lavoro su Lampedusa di Didier Fiuza Faustino, la foresta di scolapasta sempre di Choi Jeong-hwa e altri sorprendenti lavori che trasformano gli oggetti della nostra vita quotidiana per farci riflettere. Emozionante e più che mai attuale l’inno alla pace di Jimmie Durham: semplici gesti per recuperare armonia, in una delle due opere video esposte nella mostra Jimmie Durham. Sound and Silliness (fino al 24 aprile 2016), insieme a due audioinstallazioni. Ed è pure un omaggio a un grande uomo di pace, Yitzhak Rabin, la mostra Amos Gitai. Chronicle of an assassination foretold (fino al 5 maggio 2016) dove il regista/artista/architetto israeliano racconta con video, fotografie, installazioni l’omicidio di Rabin, le manifestazioni per la pace, quelle contro il premier”. 

“Si potrà scoprire il fascino e le contraddizioni della Turchia contemporanea con Istanbul. Passione, gioia, furore (fino all’8 maggio 2016), mostra ‘potente e coraggiosa’, in un tumulto di suoni, video, fotografie, mappe, progetti, installazioni che raccontano la città, i conflitti, le speranze, attraverso la visione di artisti e architetti. Pierluigi Nervi. Architetture per lo sport (fino al 2 ottobre 2016) presenta i progetti geniali di Nervi per gli impianti sportivi di tutto il mondo: dallo stadio Berta di Firenze, alle strutture per le Olimpiadi di Roma 1960, fino al primo impianto sportivo antirazziale in Sud Africa, dove bianchi e neri accedevano dallo stesso ingresso. Hightlights Visions (fino al 4 giugno 2016) presenta lavori di Sou Fujimoto, Michelangelo Pistoletto, Paolo Soleri, Luca Vitone Franz West e Chen Zhen. Infine la Collezione di arte e architettura del Maxxi, cuore pulsante del museo, con oltre 30 lavori d’arte e 21 progetti di architettura esposti stabilmente dallo scorso 10 ottobre”, conclude la nota. 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014