17 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Pincio, i busti abbandonati e vandalizzati

Basterebbero 2.000 euro a busto per i restauri

Basterebbero 2.000 euro per ciascun busto del Pincio per riportarli all’antico splendore. Ma, si sa, i soldi sono pochi e nessuno sembra preoccuparsi di uno dei luoghi più suggestivi della capitale. Così, i busti versano in uno stato di progressivo abbandono, oggetto di atti vandalici e ricoperti di spazzatura. Le panchine di marmo non hanno più la seduta e, dei 228 busti, ben più della metà sono sfregiati o rovinati. Uno scempio, appunto, cui nessuno sembra volersi opporre. L’architetto Stefano Gasbarri, autore di un libro dedicato al Pincio e ai suoi busti, in un’intervista al Messaggero ha mostrato tutta la sua amarezza. “I busti – ha detto – sono ridotti così male che a malapena si riescono a leggere le scritte dei personaggi. Invece lì ci sono i cardini del Rinascimento come Brunelleschi. Conoscere questi personaggi potrebbe far recuperare la cultura: non sono costi alti quelli per il restauro, forse basterebbero 2-3 mila euro a statua. È il più bel giardino di Roma. L’orologio ad acqua era stato restaurato solo un anno fa ed è di nuovo fermo. Incredibile”. Serve aggiungere altro?

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014