Roma: la street artist Laika apre l’International Women’s Film Festival

La sesta edizione del Festival dedicato al cinema femminile si terrà a Roma dal 25 giugno al primo luglio, in due diverse location: al CineLab dell’Isola del Cinema (dal 25 al 27 giugno) e Il Cantiere (dal 28 giugno al 1° luglio)

LAIKA MCMLIV

La sesta edizione del Festival Cinema d’Idea – International Women’s Film Festival, dedicato al cinema femminile si terrà a Roma dal 25 giugno al primo luglio, in due diverse location: al CineLab dell’Isola del Cinema (dal 25 al 27 giugno) e Il Cantiere (dal 28 giugno al 1° luglio). Ad aprire la kermesse – diretta da da Patrizia Fregonese de Filippo – sarà la street artist Laika.

Durante la serata inaugurale sarà proiettata una video performance di Laika, realizzata in collaborazione con DONNEXSTRADA, IL SIGARO DI FREUD e la coreografa Eleonora Frascati, dal titolo “Don’t Follow Me”. Un lavoro che unisce street art, attivismo, danza e video per accendere un faro su una paura che riguarda solo il mondo femminile, il timore di essere aggredita, tornando sola a casa la sera.

Quest’anno  – spiega una nota – la direttrice artistica ha deciso di dedicare spazio alla street art, come suggerisce la stessa locandina della manifestazione, realizzata con alcune delle opere più famose del collettivo – tutto al femminile – di street artist Lediesis,.

Le madrine di quest’anno sono le attrici Lidia Vitale e Blu Yoshimi.

Sono due le anteprime di questa edizione del festival, che avrà come madrine le attrici Lidia Vitale e Blu: l’opera prima dell’americana Kirsty BellA “Bird Flew In”, un delicato ritratto corale, girato durante la pandemia e il documentario “Quant di Sadie Frost”, dedicato all’icona della moda Mary Quant che – quasi sessant’anni fa-  inventò la minigonna.

Tra gli altri appuntamenti, ricordiamo il documentario dell’iraniana Azadeh Bizargiti “Woodgirls”, che racconta la storia di due giovani e coraggiose donne iraniane che decidono di aprire una falegnameria, costantemente vessate e vittime di violenti pregiudizi. La regista interverrà con un videomessaggio perché non può uscire dal Paese. Mentre tra i cortometraggi: lo spagnolo “Lo que importa” di Esther Pastor ; ancora una regista iraniana, Zara Ahooei, con “Prestige”; infine “Skin” dell’inglese Sophie Anne Bancroft.

La sezione cortometraggi sarà aperta da Katereh Hakimi  – la cantante del corto “Prestige”, che presta la sua voce alla protagonista del film – con il gruppo persiano di musica indie “Dobareh Ensemble”. A chiudere, invece, sarà “Penelope a Rebibbia”, il cortometraggio realizzato da Bookciak Azione! 2021 assieme alle detenute del carcere di Rebibbia, che verrà presentato da Gabriella Gallozzi, ideatrice del laboratorio Bookciak.

La sesta edizione apre anche anche alla letteratura. Verranno presentati: “Il sogno del regista” di Anne Ritte Ciccone, che interverrà con le sue studentesse e gli studenti della RUFA – Rome University of Fine Arts; mentre Veronica Galeazzo leggerà alcuni brani del libro e “Dove sei?” di Roberta Lena, che dialogherà con la psicologa Lidia Tarantini, alternandosi con le letture dell’attrice e modella Elettra Mallaby.

Infine, quest’anno sono previsti due nuovi premi: alla Miglior Fotografia e al coraggio delle donne, quest’ultimo dedicato a Tayyebe Moussavi, l’attivista afghana uccisa dai talebani.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna