Roma, processo beni Gina Lollobrigida, l’attrice non sarà parte civile

Contro l’ex manager Andrea Piazzolla

foto IPP/FS/MPI/Capital Pictures Westwood 29-01-2019

Gina Lollobrigida non sara’ parte civile nel processo a carico di Andrea Piazzolla, l’ex manager delle societa’ che gestiva i beni dell’attrice. Il giudice monocratico di Roma ha rigettato nell’udienza di questa mattina l’istanza presentata dal difensore di Lollobrigida, l’avvocato Antonio Ingroia. Resta dunque come parte civile, gia’ costituita nel procedimento dopo l’autorizzazione del giudice tutelare, l’amministratore di sostegno dell’attrice.

Lo scorso settembre Piazzolla, era stato mandato a processo, come chiesto dal pm Laura Condemi, insieme ad Antonio Salvi, che, secondo l’accusa, avrebbe fatto da intermediario con la casa d’aste che stava per vendere circa 350 beni di proprieta’ della ‘Lollo’, tra dipinti, arredi e oggetti d’arte. I due imputati sono accusati di circonvenzione di incapace per aver sfruttato “lo stato di vulnerabilita’” della Lollobrigida allo scopo di impossessarsi del patrimonio.

Piazzolla e’ gia’ sotto processo sempre per circonvenzione d’incapace per aver sottratto beni dal patrimonio dell’attrice 94enne tra il 2013 e il 2018.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna