Roma: La Madonna Fiumarola a Trastevere per la Festa de Noantri

Dopo due anni di stop domani torna la tradizionale celebrazione, con processione e fuochi d’artificio

La Madonna Fiumarola
La Madonna Fiumarola, foto dal profilo Fb di Paola Monaco

Domani sera a Trastevere torna la Madonna Fiumarola. Si tratta della tradizionale processione attraverso le vie del quartiere in onore della Beata Vergine. Una celebrazione che affonda le radici nella storia e che si inserisce nella Festa de Noantri.

Il programma di domani

Alle 18.30 vestizione della Sacra Statua all’imbarcadero del circolo Canottieri Lazio, con il vestito donato dalla maison Borbone Luigi Maria. Alle 19.30 inizia la processione lungo il Tevere, la statua viene fatta viaggiare lungo il fiume sulla motonave Agrippina Maggiore. Alle 20.30 arrivo della statua all’imbarcadero di Ponte Garibaldi, onori alla statua e musica della banda della polizia locale di Roma Capitale. Poi, inizio della processione terrestre fino alla chiesa di San Crisogono e per chiudere fuochi d’artificio. Il 25 luglio alle 7,30 di mattina è prevista poi una nuova processione per le vie di Trastevere e la S. Messa con ringraziamento nella Chiesa di Sant’Agata.

Due anni di stop

Dunque, torna quest’anno, dopo ben due anni di stop a causa della pandemia da Covid19, tra le strade e sul fiume Tevere, la processione in onore della Madonna del Carmine, la Madonna dei Noantri. Ma chi sono i Noantri? I trasteverini, coloro che appunto erano al di là del Tevere rispetto al nucleo abitativo di Campo Marzio.

Una tradizione che affonda nella storia 

Una festa che ha quasi 500 anni. Nel 1535 infatti si narra infatti che la statua della Madonna fu rinvenuta alla foce del Tevere da alcuni pescatori. Si trattava di una scultura in legno di cedro. Da quel momento fu battezzata come la “Madonna Fiumarola” e donata ai Carmelitani che si trovavano nella Chiesa di San Crisogono in Trastevere. Successivamente, la statua è stata spostata a Sant’Agata in Trastevere, dove si trova tutt’ora.

Una festa religiosa e popolare

Di questo periodo Trastevere si riempie di bancarelle e negozi all’aperto, un cambiamento voluto durante il Fascismo per ravvivare le feste popolari. Comunque la tradizione religiosa rimane forte nei Trasteverini doc, che vedono nella Madonna Fiumarola la loro protettrice.

Come arrivare a Trastevere 

A Trastevere è possibile arrivare col tram 8 da largo Argentina o dalla Gianicolense, anche se ora il servizio è stato sostituito da navette per ristrutturazione della sede tramviaria. E comunque con tutti i bus che passano sul lungotevere, vedi il 23. Altrimenti ci si può servire del servizio metropolitano delle ferrovie e scendere a Trastevere. Difficile trovare parcheggio, ma se volete tentare vi conviene andare verso Porta Portese.

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna