21 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Splendore, il nuovo romanzo di Margaret Mazzantini

L'amore di tutta una vita. Un amore omosessuale nella Roma degli anni Settanta

Avremo mai il coraggio di essere noi stessi? Se lo chiedono i protagonisti del nuovo romanzo di Margaret Mazzantini “Splendore”. Guido e Costantino, sono alla continua ricerca di un incontro. E’ la storia della loro vita. Una lunga storia d’amore che nella città eterna degli anni Settanta è anche la storia di uno scandalo sociale. Guido figlio della borghesia romana, è la voce narrante e la sua solitudine si unisce a quella di Costantino figlio del portiere dello stabile in cui cresce.

Le stagioni dell’amore, l’infanzia, l’adolescenza, l’ingresso in quell’età adulta che destabilizza. Subentrano nuovi legami ma il bisogno dell’altro resiste in quel primitivo abbandono che riporta i protagonisti a se stessi. E’ l’unicità di un sentimento che, sottolinea l’autrice, resiste ad un iniziale e primitivo abbandono.  La presentazione del libro all’interno della Residenza Ripetta, attraverso la lettura di alcuni brani del romanzo, è affidata alla voce dell’attore Riccardo Scamarcio.

Una presentazione, che a diversi mesi dall’uscita del libro, ha davanti a se un pubblico che conosce la trama e che ascolta rapito l’ interpretazione del critico Alberto Asor Rosa e il giornalista e scrittore Marco D’Eramo. A regalare una breve intervista a Margaret Mazzantni è un altro scrittore Paolo Di Paolo che coordina riflessioni e letture. Tutti però concordano sul titolo del romanzo “Splendore”, perchè ognuno di noi può essere soltanto quello che è, splendore è la nostra singola, sofferta, unicità. 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014