14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Tullio Solenghi è Mozart per i concerti della IUC

Un'immersione nel mondo di uno dei più grandi geni della storia

Un ritratto di Mozart attraverso le lettere e la musica con Tullio Solenghi e il Trio d’archi di Firenze, sabato 22 ottobre alle 17.30 per i concerti della IUC nell’Aula Magna della Sapienza. È un’immersione insolita nel mondo di uno dei più grandi e inafferrabili geni della storia della musica, grazie all’accostamento di una scelta delle sue lettere più significative e del Divertimento in mi bemolle maggiore K 563 per trio d’archi, uno dei suoi ultimi capolavori, in cui si riassumono e si sublimano tutte le sue precedenti esperienze compositive. Si può così rivivere sia la sua ricerca di un ideale estetico di armonia e perfezione sia la sua quotidianità fatta di piccoli eventi e apparentemente priva di slanci ideali. Le lettere, in cui Mozart non disdegna espressioni colorite e anche triviali, sono una vera istantanea della sua vita privata e saranno lette da Tullio Solenghi con la sua sapiente ironia e prorompente personalità. Ad esse si alternerà l’esecuzione del Divertimento K 563 da parte del Trio d’Archi di Firenze, dando vita ad un incontro speciale, in cui musica sublime si mescola a ironie, emozioni, facezie e arguzie.

Ne esce un ritratto umanissimo e sorprendente di Mozart. Verranno ripercorse le varie fasi della sua esistenza, alla scoperta dei suoi rapporti familiari, delle sue relazioni sentimentali, delle sue idee sugli eventi contemporanei e degli altri aspetti della sua vita tanto breve quanto intensa. L’esecuzione del Divertimento K 563 permetterà di conoscere meglio uno dei maggiori – ma non dei più noti – capolavori di Mozart nel campo della musica da camera. Una composizione assolutamente magistrale per la ricchezza dell’invenzione armonica e contrappuntistica e per la varietà espressiva dei suoi temi, in equilibrio perfetto tra la scrittura sofisticata e raffinata e la freschezza popolaresca, fuse in un unico elemento. Una musica di straripante bellezza, che passa da sentimenti meditativi e spirituali a motivi popolari, da complessi giochi di imitazioni tra le parti a semplici sonorità da carillon, sempre con un’energia vitale contagiosa, che garantisce un flusso inarrestabille di emozioni e sensazioni.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014