14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Via delle Muratte, i librai diventano “abusivi”

L’associazione “Arcipelago delle parole” sfrattata dalla sede di Via del Corso

Il Tar aveva parlato chiaramente: entro il 20 agosto il Comune deve concedere delle postazioni per vendere libri all’associazione “Arcipelago delle parole”, tra cui quelli di via delle Muratte che negli anni hanno avuto non pochi dissapori con la polizia municipale. Ma dal Comune non è arrivato nessun bando e nessuna concessione. Nel 2011 l’amministrazione aveva provveduto a licenziare un bando per l’assegnazione di 50 postazioni dedicate alla vendita dei libri.

 

Ma da lì era iniziato il caos, con vincoli della sovrintendenza che non venivano sbloccati, pareri di altri enti che tardavano ad arrivare. Così si è arrivati all’attuale situazione: i librai vengono messi in una situazione di “semi-abusivismo”, con permessi temporanei rinnovati ogni sei mesi. Ma ora il permesso è scaduto, del bando non c’è traccia e i librai sono passati a essere abusivi a tutti gli effetti. Il ricorso al Tar è servito a dare ragione a “Arcipelago delle parole”, ma poi il Comune – che non sembra proprio sentirci – non ha fatto nulla per accogliere la sentenza del tribunale amministrativo. Il 20 agosto è dietro l’angolo e del bando non vi è traccia.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014