torna su
24/08/2019
24/08/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Campidoglio, bilancio bocciato. Tutto da rifare

L’organo di revisione ritiene che i conti siano sbagliati. É caos in Aula

Avatar
di Giusy Iorlano | 2016-12-20 20/12/2016 ore 19:20

Una nuova tegola si abbatte sul Campidoglio. I revisori dei conti di Roma hanno bocciato il bilancio di previsione 2017-2019, il primo della giunta di Virginia Raggi. Un fatto, questo, che accade per la prima volta nella storia della città. A finire sotto la lente d’ingrandimento è stata la scarsa previsione di spesa per alcuni capitoli importanti per il Campidoglio.

“È stato depositato il parere dell’Oref (l’Organismo di revisione economico-finanziaria, ndr) e non è favorevole“, ha detto il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito, che poi ha aggiunto: “Comunico ai colleghi che per decisione della conferenza dei capigruppo la seduta odierna è stata tolta e la seduta di domani sconvocata”.

Il motivo? Riguarda le entrate: “non si riscontra un adeguato e specifico programma di recupero delle entrate tributarie e patrimoniali dell’Ente. Inoltre non trovano riscontro le raccomandazioni del Mef e le previsioni del piano di rientro in riferimento alla razionalizzazione e/o alienazione delle partecipazioni in societá che non svolgono attività per il raggiungimento di fini istituzionali dell’Ente”, scrive l’Organismo di Revisione Economica e Finanziaria del Campidoglio. In sostanza l’amministrazione non ha provveduto alla riorganizzazione e alla dismissione delle partecipate.

Nella relazione si legge, inoltre, che l’Organismo “ha riscontrato il mantenimento del pareggio di bilancio nel rispetto del piano di riequilibrio di Roma Capitale e, pur valutando positivamente la politica di bilancio ispirata ai principi di prudenza“, non ritiene sufficienti “gli spazi di finanza pubblica necessari al rispetto dell’equilibrio finanziario in relazione alle necessità che potrebbero rivelarsi rispetto al riconoscimento dei debiti fuori bilancio, alle passività potenziali comunque presenti e a tutte le altre criticità evidenziate nel presente parere”.

“Una bocciatura clamorosa” per la giunta Raggi, la definisce senza mezzi termini il Partito democratico  attraverso la capogruppo Michela Di Biase che aggiunge:“Non era mai successo. Ora riportino la discussione sul bilancio in Aula e facciano quadrare i conti. La grande tessitura che dicevano sul bilancio non c’è stata, si rimettano al lavoro in tempi brevi”.

“Il cuore della questione, per cui è arrivato il parere negativo dell’Oref, é che il fondo passività é sballato, che gli spazi di finanza pubblica non coprono i debiti fuori bilancio e le passività potenziali. A queste si aggiungono i conti delle municipalizzate fuori controllo”, spiega il segretario dell’Aula Giulio Cesare, il consigliere di opposizione Alessandro Onorato (Lista Marchini).

Cosa succederà ora?

Gli scenari possibili sono due: o la sindaca Raggi, convinta della bontà dei suoi numeri approva comunque in giunta e poi in Consiglio comunale il bilancio, pur sapendo che la bocciatura dell’Oref prevede l’invio del documento alla Corte dei Conti e al Ministero dell’Interno. D’altronde rifare da capo il bilancio é ora difficile per poterlo approvare entro il 31 dicembre, termine di legge salvo proroghe di salvataggio del Governo, che di solito arrivano per tutti i Comuni d’Italia.

Oppure, appunto, sperando nel decreto del governo, dovrà ricorrere all’esercizio provvisorio che prevede che tutti i Dipartimenti procedono ad impegni di spesa mese per mese. Il rischio potrebbe essere alto: immobilizzare l’attività del Comune.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
282 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014