torna su
21/10/2020
21/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Al via maratona bilancio: a rischio 137mln del Mef

La Commissione Bilancio ha affrontato le prime 17 delibere, potendone approvare solo 16 per un importo complessivo di appena 2,8 milioni.

Avatar
di Giusy Iorlano | 2016-12-23 23/12/2016 ore 21:03

Non c’é pace per la giunta di Virginia Raggi. Dopo dieci giorni vissuti in bilico, tra indagini della Procura, appunti dei revisori dei Conti e Anac, la sindaca prova a far ripartire l’attività amministrativa di tutti i giorni, puntando a far quadrare i conti del Campidoglio. Ma nonostante si mostri ottimismo i primi nodi arrivano subito al pettine. Sembra sfumare, infatti, l’idea iniziale della giunta a 5 Stelle di utilizzare l’intero spazio di finanza pari a 137 milioni di euro di allargamento del patto di Stabilitá concesso dal Mef, il ministero dell’economia.

I fondi, infatti, dovrebbero essere utilizzati per coprire i debiti fuori di bilancio, ma diverse istruttorie non sarebbero complete per l’assenza di alcuni documenti e in alcuni casi anche del parere dell’Oref, l’organo di revisione economica e finanziaria del Comune. Una delle più corpose in corso d’esame, in particolare, riguarda Atac e vale circa 45 milioni di euro. Uno sforzo straordinario è stato chiesto all’Oref per accelerare almeno la parte d’istruttoria di sua competenza. E’ quanto emerso dalla commissione bilancio che si è riunita oggi e dove è intervenuto anche lo staff dell’assessore Andrea Mazzillo.

“Sul bilancio abbiamo fatto un lavoro egregio, costruendolo secondo effettive esigenze dell’amministrazione e previsioni prudenti rispetto al passato – rivendica l’assessore al bilancio -. Lo ripresenteremo con le integrazioni richieste dai revisori, che hanno fatto considerazioni non addebitabili a questa amministrazione. La città deve rinascere e i romani devono riappropriarsene”.

Da inizi dicembre è, infatti, attiva in Campidoglio una task force composta da ragioneria, segreteria generale e assessorato al bilancio che ha come compito proprio la ricognizione dei debiti fuori bilancio. Alla base della difficoltá di utilizzare tutti i 137 milioni ci sarebbero, però, anche i tempi in cui tali spazi di finanza sono stati concessi dal Mef: ‘solo’ a inizi dicembre, come sottolinea qualcuno in Campidoglio.

Il diktat è, ora, lavorare a pancia bassa sui conti fino all’approvazione del bilancio.”Abbiamo passato un mese difficile – afferma la sindaca Raggi, rivolta ai suoi assessori – ma il 2017 sarà un anno forte. Diamoci da fare”.

In Campidoglio dunque é ripartita la maratona bilancio. Quali le prossime tappe?

Dopo la riunione di oggi della commissione bilancio, presieduta da Marco Terranova per affrontare il tema dei debiti fuori bilancio, la stessa commissione è già convocata per il 27 dicembre con lo stesso ordine del giorno. Si sonoaffrontate le prime 17 delibere, potendone approvare solo 16 per un importo complessivo di appena 2,8 milioni, perché una risultava incompleta.

L’Aula Giulio Cesare dal 28 dicembre e fino a Capodanno lavorerà in permanenza per esaminare più delibere possibili prima del termine di legge, considerando che quelle più consistenti, come un provvedimento da 45-46 milioni su debiti di Atac, arriveranno probabilmente sul fil di lana.

“Abbiamo comunque tutto il tempo per stare nelle scadenze di legge – aveva promesso Mazzillo -, siamo già al lavoro per farlo e non ci fermeremo neppure a Natale e Capodanno”. La deadline per l’approvazione in Aula ora è il 28 febbraio.

Di certo la situazione finanziaria di Palazzo Senatorio é estremamente critica. E anche i servizi sono a rischio, a partire dalla metropolitana.Quel che è certo è che resterà l’annunciato taglio della Tari dell’1,6% contenuto in un’altra delibera.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
296 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014