torna su
24/08/2019
24/08/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Bar dell’Orologio di Piazzale Flaminio: riapertura in vista?

Storico bar con il suo gigantesco orologio elettrico dal 1929 è una curiosità romana. Improvvisa la chiusura. Ora si attendono novità

Anna Ricca
di Anna Ricca | 2017-05-23 23/05/2017 ore 11:06

bar dell'orologio piazzale flaminio

Tristemente chiuso. Forse definitivamente. Il Caffè dell’Orlogio a p.zzale Flaminio è oggi un rinconrrersi di inferriate sprangate. Sembra quasi una prigione ancora piena di flashback.

Perchè dentro si vedono benissimo gli arredi, in disordine, ma presenti. Il self service tabacchi, è ancora e incredibilmente al suo posto, ma è totalmente vuoto. E poi le offerte: panini, colazioni, insalate… E il grande manifesto che festeggia la vincita (di un ignoto avventore) del 3 premio alla lotteria Italia del 2016 di euro 1.500.000.- Un inizio d’anno davvero fortunato e scaramantico per il bar dell’Orologio e per il gestore Simone Andreucci. Poi, improvvisamente, poco dopo sulla porta d’ingresso compare un cartello che dice “ Chiuso per ferie fino al 15.2.’17”. L’appuntamento con la riapertura è saltato e le ferie forse continuano. !
In rete resistono i tanti post che negli anni si o aggiunti uno all’altro. Ma, a ben guardare, le date cominciano ad essere poco attuali. Quasi troppo lontane. Il sito del locale sopravvive tale e quale con orari dettagliati. Anche le foto del Bar dell’Orologio a Piazzale Flaminio sono moltissime: allegre,
descrittive e storiche. A leggere i commenti e a osservare le immagini ti sembra un buon locale dove andare a prendere qualcosa.

Una location davvero particolare. Nel bel mezzo di piazzale Flaminio, pieno centro e con vista su piazza del Popolo. Tutto intorno il traffico rumoroso e fittodelle auto e dei pulman turistici e cittadini. Senza contare che lì c’è anche il capolinea della Roma-Viterbo e la fermata della metro. E poi tutti gli ambulanti (più o meno autorizzati), le bancarelle e la corona di altri esercizi.

Locale storico e frequentatissimo fin dal 1929. Il nome lo prende dal grande orologio (Zenith) a 4 quadranti che da una simil torretta indica l’ora ai viaggiatori dei 4 punti cardinali. Fu uno dei primi orologi elettrici della Capitale con un look tutto particolare tra la stazione e il paesotto di campagna. E chissà che fine ha fatto la grande bacheca interna, sempre carica di post-it che giorno dopo giorno si è arricchita fino a diventare famosa in tutta Roma.
Qualche domanda fatta nei dintorni da luogo a una montagna di supposizioni, dove ognuno dice la sua. L’ipotesi più accreditata è che la società intestataria sia fallita. Oppure che con la “mancia” avuta dalla vincita della Lotteria il gestore abbia preferito mollare. Altri dicono che diventerà un ufficio per informazioni turistiche, altri ancora che resterà così: chiusa, abbandonata e in rapido degrado.
Una ricerca un po’ più approfondita e qualificata racconta un’altra storia: nessun fallimento. Il locale è stato ceduto. Subentra una nuova società che dovrebbe “a breve” riaprire i battenti e ridare la carica all’orologio. In pratica un banale cambio di gestione. Ma così tanto silenzioso e criptico da aver sollevato 1000 congetture.

 

Stampa

A proposito dell'autore

Anna Ricca
488 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014