torna su
06/12/2019
06/12/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Dalla Regione alla Cdp, tutti i debiti di Atac

Degli 1,3 miliardi di stock solo 275 riguardano i fornitori. Poi ci sono le banche, il Fisco, le Ferrovie, la Regione e Cassa Depositi e Prestiti

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2017-09-26 26/09/2017 ore 8:30

Seconda tappa del viaggio di Radiocolonna.it tra i conti dell’Atac (qui il primo approfondimento). Stavolta le attenzioni sono focalizzate sul debito della municipalizzata, di cui in questi giorni sono circolati più allarmi che cifre. Oltre all’ormai arcinoto stock a 1,3 miliardi, vale al pena dare un’occhiata all’esposizione di Atac.

Tanto per cominciare i debiti verso i fornitori, stando ai dati del bilancio 2016 ammontano a 275 milioni di euro e non oltre 300 come circolato in estate. Una cifra sostanzialmente in linea con quella 2015 (272 milioni). L’altra grande posta è quella relativa ai debiti con le banche. Qui la montagna si riduce a 178 milioni, contro i 182 del 2015. Proseguendo con la radiografia, salgono i debiti con il fisco che nell’esercizio 2016 toccano quota 22 milioni, contro i 20 dell’anno prima.

Pensare che poche righe più in basso Atac chiarisce come “i debiti al 31 dicembre 2016 sono tutti prevalentemente verso creditori nazionali ed esigibili entro l’esercizio successivo ad eccezione di alcuni mutui passivi per i quali si rimanda alla nota di commento  ai debiti verso banche”. Nel frattempo però, come noto, è scattata la procedura di concordato, che rimborserà buona parte dei creditori, ma non tutti.

Poi ci sono anche dei mutui, circa 11,1 milioni, alcuni dei quali garantiti con ipoteche sul patrimonio immobiliare di Atac. Di questi 9,9 milioni risultano contratti con la Cassa Depositi e Prestiti mentre importi minori riguardano la Banca Popolare di Lodi. Ma non finisce qui. La municipalizzata guidata da Paolo Simioni vanta infatti anche un bel po’ di debiti con le “consorelle” partecipate del Campidoglio. In particolare, Assicurazioni di Roma,   Roma Servizi per la Mobilità, Roma Metropolitane, Ama, Acea, Risorse per Roma,  Fondazione Musica per Roma, Roma Multiservizi e Zètema.

Infine, c’è una voce tra i debiti di Atac, “altri debiti”, per un totale di 239 milioni. E da qui emergono esposizioni milionarie verso Trenitalia (29 milioni), Cotral (66 milioni) e la stessa controllante Regione Lazio (65 milioni).

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014