torna su
19/10/2019
19/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Atac, conto alla rovescia sul piano. Ecco i tre scenari

Oggi il management consegna il piano di rilancio. Ora tocca al Tribunale ma non prima di aver sentito i creditori

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2018-01-27 26/01/2018 ore 15:28
(ultimo aggiornamento il 27 Gennaio 2018 alle ore 7:46)

Fatto. Il piano industriale di Atac è stato consegnato nelle mani dei giudici fallimentari che dovranno valutarne la sostenibilità al fine di avallare i concordato. Ma non prima di aver ascoltato cosa ne pensano 1.200 creditori della municipalizzata, compreso il Comune azionista. Quali gli scenari a questo punto?

  1. Il concordato fallisce, con il Tribunale che rigetta il piano. Per Atac sarebbero dolori perchè si aprirebbero le porte della legge Marzano, con l’avvio della procedura di amministrazione straordinaria e la nomina di un commissario. Ma questo non vuol dire fermare il servizio, dipende dalla liquidità residua in cassa e dalla possibilità che il governo conceda un prestito ponte, come per Alitalia, in quanto servizio pubblico essenziale. Una cosa è certa. Il commissario dovrebbe sicuramente procedere alla dismissione di asset di patrimonio importanti per garantire la continuità aziendale e avviare la ristrutturazione del debito. Ma, cosa più importante, sarebbe d’obbligo cercare un partner industriale dal momento che l’azienda non starebbe in piedi sulle sue gambe. Dunque aprire il capitale ai privati.
  2. Il Tribunale dice sì al piano. E allora l’attuale management può partire con il rimborso del debito. E allora niente amministrazione straordinaria e lenta e faticosa risalita. Si spera.
  3. Il concordato va a segno ma le condizioni sono talmente precarie da richiedere l’ingresso di un socio o di avviare una robusta ricapitalizzazione da parte dell’attuale azionista. Ipotesi difficile viste le casse comunali perennemente a secco.
Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014