torna su
26/10/2020
26/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Intesa Campidoglio-Ama-sindacati, “si torna ad assumere”

Fp Cgil Roma e Lazio, bene dopo anni blocco turn over

Avatar
di G.I. | 2018-04-19 19/04/2018 ore 9:13

La sede di Ama

“Con l’intesa firmata nel pomeriggio (di eri, ndr) tra l’azienda e le organizzazioni sindacali si chiude la procedura di raffreddamento avviata a seguito dell’indizione dello stato di agitazione del personale di Ama Spa. Al centro dell’accordo un’Ama pubblica che torna ad assumere dopo anni di blocco del turn over”. La Fp Cgil Roma e Lazio in una nota sintetizza il contenuto dell’accordo firmato oggi in presenza dell’assessora all’ambiente di Roma Capitale Pinuccia Montanari  e dei vertici aziendali.

“Roma Capitale ha preso due impegni concreti – afferma Natale Di Cola, Segretario Generale della Fp
Cgil Roma e Lazio – per sostenere gli sforzi chiesti all’azienda rispetto ad obiettivi molto ambiziosi sulla differenziata: la modifica della delibera 52/2015 per garantire un’Ama pubblica e della delibera 58/2015 che aveva imposto limitazioni durissime alle assunzioni, non permettendo di sostituire il personale in uscita”.

“Con questo accordo – aggiunge Di Cola – si e’ deciso di tornare ad assumere ma soprattutto di indirizzare le nuove entrate sui settori piu’ in crisi e strategici per la differenziata, i mezzi e la raccolta. Come abbiamo piu’ volte denunciato, senza un maggior numero di mezzi disponibili l’azienda non puo’ migliorare il servizio. Anche sulla disponibilita’ di mezzi ulteriori, oltre che al rafforzamento del settore, c’e’ qualche passo avanti. Ma troppo timido. Abbiamo poi ottenuto un tavolo apposito per gestire i prossimi mesi, visto che la quantita’ di rifiuti prodotta dalla citta’ e’ in aumento rispetto alle previsioni”.

“Possiamo dirci moderatamente soddisfatti – conclude il Segretario Generale della Fp Cgil Roma e Lazio – perche’, anche se permangono i nostri dubbi sulla reale possibilita’ di mantenere gli impegni presi sulla differenziata, le nostre richieste sui mezzi, sulla qualita’ del lavoro e sulla sua
organizzazione sono stati in parte ascoltate e si e’ quantomeno invertita la tendenza su due delibere che avevamo fortemente criticato. Il nostro obbiettivo e’ arrivare in pochi anni a non avere piu’ tanti operai che raccolgono montagne di rifiuti a mano”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
863 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014