torna su
17/11/2019
17/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Mutui, gli enti locali hanno meno debiti con le banche

Cala l’esposizione di comuni e regioni. Nel Lazio lo scorso anno 38 milioni di prestiti

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2018-05-24 24/05/2018 ore 10:00

Frenano i mutui concessi da banche e Cdp agli enti territoriali. I risultati dell’indagine mostrano nel 2017 un livello di nuove concessioni pari a 637 milioni, di poco inferiore rispetto ai 655 milioni rilevati nel 2016 (-2,8 per cento). Dall’indagine, condotta dalla Ragioneria di Stato e riguardante i mutui concessi per il finanziamento di opere pubbliche, emerge come nel 2017 ai comuni e città metropolitane sono ammontati a 38 milioni di euro, il grosso dei quali, circa 17 milioni, destinato all’edilizia sociale.

Guardando ai dati nel loro complesso, gli enti locali sono meno indebitati per mutui. Il debito residuo delle amministrazioni territoriali (comuni, province e regioni) al 1° gennaio 2018 si è attestato a quota 51,3 miliardi a fronte dei 53 miliardi registrati al 1° gennaio 2017. La riduzione è pari allo 0,16% del Pil. In calo anche lo stock dei prestiti obbligazionari: da 7,7 a 7,2 miliardi. È quanto emerge dall’indagine sui mutui contratti dagli enti territoriali per il finanziamento degli investimenti (anno 2017) diffusa ieri dalla Ragioneria generale dello stato.

L’analisi riguarda lo stock di debito residuo e i flussi annui (nuove concessioni e rate di ammortamento), distinti secondo le classi degli enti beneficiari, le tipologie di opere finanziate e la distribuzione territoriale degli enti beneficiari. Una sezione apposita è dedicata ai prestiti obbligazionari sottoscritti dagli Istituti facenti parte del campione. Per quanto riguarda le concessioni di crediti alle regioni e alle province autonome, l’indagine della Rgs evidenzia come per il finanziamento degli investimenti siano stati erogati 1.268 milioni a fronte dei 2.303 milioni dell’anno precedente, con una diminuzione pari al 44,9%.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014