torna su
14/05/2021
14/05/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Rifiuti, nuova raccolta per 85mila esercizi

Il bando di gara del valore di 131 milioni di euro ha permesso ad Ama di affidare il servizio di raccolta porta a porta a quattro imprese: Sciangalli, Avr, Sari e Multiservizi.

Avatar
di Redazione | 2018-09-12 12/09/2018 ore 14:38

Un momento della presentazione (Foto Omniroma)

La raccolta dei rifiuti porta a porta raggiunge le oltre 85mila utenze commerciali della Capitale, dalle 29 previste fino ad oggi. “Una raccolta molto più semplice, fatta con modalità prestabilite, in giorni e orari programmati, con sacchi o bidoncini con tag dotate di microchip per monitorare i conferimenti”. Lo ha annunciato la sindaca di Roma Virginia Raggi in Campidoglio insieme all’assessora capitolina all’ambiente Pinuccia Montanari, il presidente di Ama Lorenzo Bagnacani, i presidenti M5S delle commissioni ambiente Daniele Diaco e commercio Andrea Coia.

Il cambio è il frutto di un bando di gara del valore di 131 milioni di euro che ha permesso ad Ama di affidare il servizio di raccolta porta a porta, trasporto e conferimento presso i centri di recupero dei rifiuti organici, multilaterale, cassette di plastica, vetro, carta e cartone a quattro imprese: Sciangalli, Avr, Sari e Multiservizi.

Con il bando, come spiegato dal presidente di Ama Lorenzo Baganacani, si libereranno per altri servizi 80 operatori e 210 mezzi. “L’obiettivo – ha spiegato la sindaca – è rinnovare la raccolta dei rifiuti a Roma e, mentre si continuano a coprire le utenze domestiche, aggrediamo quelle commerciali, quasi ignorate dal precedente sistema che ne copriva solo 20mila”. “La spazzatura degli esercizi commerciali invadeva i secchioni stradali, – ha ricordato Raggi – mentre la mappatura che Ama ha condotto ci ha rivelato oltre 85mila 400 utenze. Abbiamo così messo a bando un lotto di raccolta per Municipio, due per il primo Municipio, che avranno ciascuno una società responsabile per la raccolta (ci saranno dunque 16 lotti a differenza dei 6 attuali). Il primo Municipio è stato sdoppiato perché assorbe il 30% della produzione di rifiuti”.

“Ieri – ha proseguito ancora la sindaca – abbiamo incontrato i commercianti e li incontreremo ancora per vincere insieme la sfida di dimostrare che la città può prendersi cura del proprio decoro e insegnare anche ai turisti che la città si può rispettare mentre oggi c’e ancora molta indifferenza”. “Non dobbiamo più tollerare questo trattamento per la città – ha concluso la sindaca – e il Comune e Ama possono supportare i cittadini, e in questo caso la delicata utenza dei commercianti, per cambiare il volto di Roma”.
L’incremento atteso da Ama dei rifiuti raccolti entro novembre è di oltre 200mila tonnellate a regime, suddivisi in 11 tonnellate di organico, 56mila tonnellate di carta e cartoni, 20mila tonnellate di vetro e 11mila tonnellate di multi-materiale leggero. Si prevede una riduzione di 100mila tonnellate di indifferenziato, premialità per i gestori che raggiungeranno almeno il 70% di materiali avviati a riciclo e penalità nei casi contrari.

In coda alla conferenza ha parlato anche l’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari.

“Stiamo avanzando con coerenza nella programmazione e nell’attuazione della delibera 47. L’obiettivo del 70% di differenziata al 2021 è perfettamente raggiungibile e il progetto che vi presentiamo oggi è determinante in questa direzione, con premialità e penalità che sosteranno la strada verso la tariffazione puntuale”. “Ci aspettiamo da questo progetto una Roma più pulita e all’interno dell’innovazione e dell’economia circolare”, ha concluso l’assessore.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25525 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014