torna su
16/06/2019
16/06/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Mattone a Roma e Milano, ecco come sta andando

nel corso dei ultimi sei mesi del 2018 la domanda è risultata in crescita in tutte le zone con l’eccezione della zona Flaminio e Salario – Trieste dove la situazione è invariata

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2018-10-13 13/10/2018 ore 14:50

Come va il mattone a Roma e Milano? Secondo le ultime stime Doxa-Sant’Andrea, non così male. Per quanto riguarda il mercato delle compravendite a Roma, per esempio, nel corso dei ultimi sei mesi del 2018 la domanda è risultata in crescita in tutte le zone con l’eccezione della zona Flaminio e Salario – Trieste dove la situazione è invariata. L’offerta in vendita, invece, si conferma stabile, con un’ulteriore flessione nella zona Trastevere e, al contrario, una crescita nelle zone Prati e Salario-Trieste. Soprattutto il Centro Storico conferma le performance positive osservate nel 2017 per quanto riguarda il numero delle compravendite.

Le differenze di prezzo nella città di Roma risultano ancora marcate data l’eterogeneità delle zone considerate e delle caratteristiche degli edifici. Il Centro Storico si conferma la zona con prezzi più elevati (in media 10.500 €/mq per il nuovo/ristrutturato e 8.500 €/mq per l’usato), seguita da Aventino e Trastevere. Nelle restanti localizzazioni i prezzi medi delle abitazioni nuove/ristrutturate oscillano tra i 6.800 €/mq nella zona Prati e i 5.100 €/mq della zona Flaminio mentre i valori delle abitazioni usate sono risultati meno dinamici e compresi tra i 4.500 €/mq della zona Parioli e i 4.900 €/mq della zona Prati.

Il mercato delle locazioni di Roma è risultato stabile in termini di domanda nelle zone del Centro Storico, Aventino, Prati e Trastevere, Parioli, Pinciano-Veneto, mentre in zona Salario – Trieste è calata ulteriormente. L’offerta in locazione ha visto un aumento della disponibilità di residenze in affitto in zona Parioli, mentre è diminuita in centro storico; stabile in tutte le restanti zone. L’attività contrattuale è risultata stabile in tutte le zone ad eccezione della zona del Centro Storico e Salario-Trieste in cui si è registrata una flessione sul semestre. I canoni di locazione sono risultati stabili ad eccezione del calo registrato nelle zone Salario – Trieste e Parioli.

Nel corso del primo semestre del 2018, il mercato delle compravendite di Milano, ha mostrato andamenti differenti a seconda delle zone di riferimento. La zona Brera si conferma tra le più dinamiche con una domanda in costante crescita. A seguire, il Centro Storico e la zona Magenta – Pagano – Castello si confermano ambiti con elevata richiesta. Maggiore staticità per Palestro – Duse, mentre nella zona del Quadrilatero si è rilevata una stabilità dell’interesse in acquisto, dovuta principalmente alla distanza tra venditori e acquirenti circa il valore degli immobili, con conseguente spostamento degli immobili in vendita verso il mercato della locazione.

Per quanto riguarda l’offerta, in tutte le zone, ad eccezione della zona Palestro-Duse, la disponibilità di abitazioni è in crescita, ma non sempre la qualità degli edifici e degli interni è allineata alle aspettative dei possibili acquirenti.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014