torna su
25/05/2019
25/05/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Pontina, un mese di lavori e passaggio ad Anas

Tra lavori, cambio di gestione e progetto autostradale, ecco le carte in tavola sul futuro della Pontina. Scontro in vista con il MIT?

Giacomo Di Stefano
di Giacomo Di Stefano | 2018-11-26 26/11/2018 ore 11:05

La voragine sulla Pontina in seguito alle forti piogge

Mentre si cerca ancora l’uomo disperso ieri nella voragine della Pontina, il futuro della strada regionale del Lazio è tornato con forza nel dibattito pubblico. Insieme ai modi per ripristinare la viabilità ed evitare disagi prolungati ai pendolari.

Nella girandola delle dichiarazioni che si sono susseguite dopo l’incidente, le più interessanti sono quelle rilasciate dall’amministratore unico dell’Astral, Antonio Mallamo, secondo cui sarà necessario almeno un mese di lavori per un intervento possibile solo quando l’area sarà dissequestrata. Nel breve, però, la strada che collega Roma a Terracina passerà da Astral, regionale, ad Anas, sotto il controllo dello Stato. Un passaggio che avverrà il 1 gennaio 2019, in concomitanza con la messa in sicurezza gestita dal Ministero dei Trasporti.

Sul progetto dell’autostrada Roma-Latina, raccontato ieri da Radiocolonna, è intervenuto anche Nicolò Rebecchini, presidente dell’Acer. Il numero uno dell’associazione dei costruttori romani ribadisce a Repubblica la necessità di costruire un’autostrada che colleghi la Capitale con Latina e con tutta la sua area industriale. Chi dovrebbe costruirla? Lo Stato, spiega Rebecchini, per poi darla in concessione ai privati. E una richiesta al Ministro Toninelli: i fondi non vadano tutti al nord.

Capitolo percorsi alternativi

Sul sito dell’Astral, attuale gestore della Pontina, si danno le coordinate dei percorsi alternativi.

Piccola curiosità: sul sito dell’Astral, nella pagina che parla dell’incidente di ieri sulla SR148, sul fronte della gravità è stato stabilito il livello 4 su 6 possibili:

Difficile immaginare quale cataclisma si preveda per far arrivare il livello di gravità al massimo.

Stampa

A proposito dell'autore

Radiocolonna, Il Messaggero, Wired Italia. Tecnologia, politica e cronaca di Roma.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014