Categorie: Economia urbana

Campidoglio, meno imballaggi e consumi più sostenibili

Approvata memoria per sinergia con cittadini e operatori

Meno imballaggi per acquisti e consumi più sostenibili. Con questo obiettivo l’Amministrazione Capitolina ha approvato una Memoria di Giunta per favorire modalità di acquisto che aiutino a ridurre la produzione di rifiuti. Bottiglie, barattoli, sacchetti, scatole e altri imballaggi di vetro, plastica, carta e alluminio vanno ridotti favorendo approcci di acquisto e consumo responsabili, in linea con la finalità di riduzione dei rifiuti del Piano materiali post-consumo adottato da Roma Capitale a marzo 2017.

“Vogliamo promuovere sinergie tra Amministrazione, cittadini ed operatori economici – spiega l’assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari -per favorire pratiche sostenibili. Si tratta di un percorso progettuale finalizzato alla promozione di modalità di acquisto e consumo che contribuiscano alla riduzione del volume dei rifiuti complessivamente prodotto nella città di Roma e valorizzino gli operatori che decideranno di partecipare con iniziative a favore della sostenibilità ambientale. Promuovere l’acqua del rubinetto, oppure incentivare l’uso di prodotti alla spina o il vuoto a rendere sono solo alcune delle misure che intendiamo sostenere e incentivare per sviluppare un’economia fondata sul riciclo eco-efficiente ed il recupero di materia. C’è anche la riparazione e il riuso di beni durevoli, nonché la promozione del mercato dell’usato. Tutte iniziative in linea anche con le istituzioni dell’Unione Europea che hanno da poco raggiunto l’accordo per restringere la commercializzazione e l’uso di oggetti monouso in plastica”.

Per l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale Carlo Cafarotti “produttività e tutela dell’ambiente sono le due facce di una stessa medaglia: quella dello sviluppo sostenibile, che per noi è un imperativo. Il progresso può e deve andare di pari passo con il rispetto per l’ecosistema, anche in termini di riciclo dei materiali post-consumo, per attuare quel cambiamento di cui il pianeta ha bisogno. I nostri commercianti sono tra i protagonisti di questa svolta: come per quanti collaborano alla riduzione degli sprechi alimentari, abbiamo previsto agevolazioni sulla Tari – conclude – anche per chi si farà parte attiva nella prevenzione della produzione di rifiuti. Prezioso sarà anche il contributo della GdoO, che andrà ‘motivata’ in questa direzione, con ritorni tangibili”.

Stampa
Condividi
Pubblicato da Redazione

Articoli recenti

Ostia, Comitati: movida violenta, 300 firme per presidio polizia

"Gomme tagliate a via Namaziano e piazza Tor San Michele"

4 ore fa

Ass. 21 luglio: inizia con sgomberi rom campagna elettorale

Notifica di sgombero area 'F' Castel Romano entro 10 settembre

5 ore fa

Omicidio Sacchi, Del Grosso: non volevo uccidere Luca

Dichiarazioni in aula. "Nello zaino non c'erano soldi"

5 ore fa

Fiamme in cantina, ferita gravemente una persona a Roma

Nell'incendio ha perso la vita un cane

6 ore fa

Stadio della Roma, il Campidoglio riavvia il progetto

I tecnici avrebbero dato il via libera dopo la due diligente avviata dopo le indagini della Procura. Ora manca il…

7 ore fa

Roma: nei primi 6 mesi 2020 ritirati oltre 130 pass disabili

In 48 ore 100 controlli su monopattini in centro, 10 multe

21 ore fa

Coronavirus: troppi contagi, Speranza sospende voli da Bangladesh

Per una settimana. D'Amato: già 21 casi su volo da Dacca, bene stop voli. Sindaco Fiumicino: stop non basta, resta…

23 ore fa

Treni, strade e dighe: sbloccate 130 opere

200 mld per Italia veloce, da Giovi a Ionica arrivano commissari. Chiusura dell'anello ferroviario di Roma

22 ore fa

Al Bambin Gesù separate gemelle siamesi unite da nuca

E' il primo caso in Italia. L'intervento è stato preparato in oltre un anno di studio e in più fasi…

22 ore fa

Questo sito utilizza cookie.