torna su
22/01/2019
22/01/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Banca Carige, Bce dispone l’amministrazione straordinaria

Intanto la Consob ha sospeso dalle negoziazioni il titolo. Ecco le 4 banche italiane candidate per acquisirla

di G.I. | 2019-01-2 2/01/2019 ore 17:30

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige è decaduto, in seguito alle dimissioni di altri quattro consiglieri, tra cui il presidente Pietro Modiano e l’AD Fabio Innocenzi, comunicata lo scorso 31 dicembre.
Le motivazioni alla base delle dimissioni sono le “mutate condizioni” derivanti dall’esito dell’assemblea del 22 dicembre che non ha approvato la delega al Consiglio di Amministrazione per l’aumento del capitale sociale.

Lo stesso istituto di credito ligure fa sapere di essere stato messo in amministrazione straordinaria da parte della BCE.

La Bce punta così a stabilizzare la governance dell’istituto e a dettare la tempistica per la convocazione di una nuova assemblea che porti appunto all’aumento di capitale dettato dalla stessa Bce. Ma per farlo, sarà necessario che l’azionista di maggioranza Malacalza Investimenti sciolga i dubbi relativi all’aumento di capitale. In alternativa potrebbe essere prevista la conversione del subordinato Tier 2 da 320 milioni sottoscritto dal Fondo interbancario di tutela dei depositi che diventerebbe così socio di riferimento.

Tuttavia si fa sempre più strada un’ipotesi più netta e che tagli i legami con il passato: in modo che la ricapitalizzazione venga supportata da un partner bancario. E qui gli alleati possibili sembrano essenzialmente quattro: Bnl-Bnp Paribas, Unicredit, Cariparma-Credit Agricole e Banco Bpm.

I commissari sono Fabio Innocenzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener mentre è stato nominato un comitato di sorveglianza composto da tre membri: Gian Luca Brancadoro, Andrea Guaccero e Alessandro Zanotti. La banca sottolinea come sia “garantita la consueta operatività senza alcun impatto su clienti, depositanti e dipendenti”.

Carige spiega che “in continuità con la strategia in atto” verranno proseguite da parte di Innocenzi, Modiano e Lener le attività di: rafforzamento patrimoniale; rilancio commerciale attraverso recupero delle quote di mercato nei segmenti core; derisking attraverso la riduzione dei Non Performing Loan; ricerca di possibili business combination. Questi elementi – aggiunge – troveranno una sintesi nel piano industriale la cui predisposizione è già in corso. Tra i primi atti della rinnovata gestione dell’istituto ci sarà anche “l’avvio di riflessioni con lo schema volontario di intervento del Fondo interbancario di tutela dei depositi per rivalutare l’operazione alla luce del nuovo quadro venutosi a creare e al fine di consentire il proseguimento delle attività di rafforzamento patrimoniale dell’istituto”.

La Consob ha disposto per oggi, 2 Gennaio 2019, la “sospensione temporanea delle negoziazioni nei mercati regolamentati e nei sistemi multilaterali di negoziazione italiani relativamente ai titoli emessi o garantiti da Banca Carige” in attesa di provvedimenti che già stamane avrebbe potuto prendere la BCE, come peraltro accaduto. La sospensione dalle negoziazioni non si applica agli strumenti finanziari aventi come sottostante indici contenenti i titoli emessi dall’istituto ligure.

print
tagsBce, Carige

A proposito dell'autore

594 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014