torna su
15/08/2020
15/08/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Secondo la Raggi, Toninelli a breve non potrà più circolare a Roma

Toninelli compra un diesel mentre la sindaca più importante del M5S lo vieta. I paradossi del M5S

Giacomo Di Stefano
di Giacomo Di Stefano | 2019-03-18 18/03/2019 ore 19:00

Entro qualche anno, a Danilo Toninelli potrebbe essere vietata la circolazione nel centro di Roma. Solo con la sua macchina, ovviamente.

È diventata virale la gaffe del ministro dei trasporti in una trasmissione della Rai sulle auto elettriche. Viva l’elettrico, è il sunto delle sue parole al Tg2, ma personalmente ho comprato un Suv diesel. Uno di quei modelli che dovrebbero avere un’ecotassa di oltre 1000 euro. L’uscita infelice di Toninelli svela anche altre cose interessanti. In primis, la differenza tra il dire e il fare, tra il far parte di un movimento ecologista e poi acquistare un veicolo che di ecologico non ha nulla. In secondo luogo, le sensibilità diverse nel movimento che confliggono con scelte personali in maniera grottesca.

Tempo fa, Virginia Raggi ha annunciato la volontà di eliminare tutti i diesel dal centro di Roma entro il 2024. Una scelta che andrebbe a coinvolgere anche il nuovo bolide di Danilo Toninelli, che probabilmente non lo userà per muoversi nel centro della Capitale ma che conferma – forse inconsapevolmente – le contraddizioni del suo movimento e la proprie difficoltà comunicative. Così, tra divieti annunciati e acquisti reali, forse il ministro ci sta facendo capire – anche in questo caso, inconsapevolmente – che il suo futuro personale e politico, forse, è lontano da Roma.

Stampa

A proposito dell'autore

Radiocolonna, Il Messaggero, Wired Italia. Tecnologia, politica e cronaca di Roma.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014