torna su
09/07/2020
09/07/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Alitalia, ancora pochi giorni per la verità

Ferrovie, Tesoro e Delta sono dentro. Ma il resto è un rebus. Ora tocca al governo valutare le offerte

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2019-07-15 15/07/2019 ore 17:39

Ormai è corsa contro il tempo per salvare Alitalia, le cui perdite arrivano a sfiorare i 700 milioni al giorno. Prende forma il consorzio che dovrà portare la società fuori dal guado, e sarà Fs a sciogliere la matassa. Vediamo quali sono gli attori principali di questa partita che si gioca nei prossimi giorni e le quattro offerte non vincolanti che sono pervenute e che verranno esaminati dal cda di Fs di oggi. Ferrovie è la capofila del nuovo consorzio che salverà Alitalia. Diventerà infatti il suo principale azionista con il 30-35% del capitale. Non solo, ma sarà anche il suo futuro partner industriale, in una sorta di integrazione aerei-ferrovie la cui forma non è ancora del tutto chiara.

Sono per ora i manager della società ferroviaria che si stanno occupando di elaborare le strategie societarie e industriali per rilanciare la compagnia aerea. Nel nuovo piano Alitalia, messo a punto con Delta (altro partner), si punta ad un utile operativo nel 2022, e una flotta piu’ piccola dal 2020 con 102 aeromobili, 15 in meno rispetto agli attuali 117. Sono previsti inoltre esuberi nel personale di terra in sede, staff e commerciale pari a 740 dipendenti a tempo pieno.

Lo Stato interviene direttamente in Alitalia, il ministero dell’Economia convertirà in azioni i circa 145 milioni di euro di interessi che si sono accumulati sul prestito ponte da 900 milioni concesso due anni fa ad Alitalia dall’allora ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, e poi sempre rinnovato. Il Mef diventera’ socio con circa il 15 per cento delle azioni. Dlta Dovrebbe entrare nella nuova Alitalia con il 10-15% del capitale, per una spesa totale tra i 100 e i 150 milioni di euro. Una delle maggiori compagnie aeree degli Stati Uniti e del mondo, quasi 100 anni di storia alle spalle, Delta serve tutti i continenti con 4.000 voli al giorno, ad eccezione dell’Antartide.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014