Categorie: Economia urbana

Sgombero Roma: 90 stabili occupati, ci vivono in 10mila

Lista sgomberi prioritari, 'se edifici pericolanti o sentenze'

Sono circa 90 gli stabili occupati nella capitale. Palazzi dove hanno trovato riparo in case inventate circa 10 mila persone, molti stranieri, famiglie con bambini e anche anziani. Tanti ex sfrattati, tanti licenziati che in difficoltà non hanno trovata altra soluzione possibile che adattarsi e ricavare una casa da ex scuole, immobili e fabbriche abbandonate. L’ex scuola sgomberata stamane era contenuta nell’elenco degli immobili ‘fatiscenti o in gravi condizioni igieniche o gravati da sentenze della magistratura’ che devono essere sgomberati prioritariamente così come stabilito in un comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza al quale partecipò lo stesso ministro Matteo Salvini, l’allora Procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone e la sindaca Virginia Raggi. Si stilò un cronoprogramma preciso che fino ad ora è stato rispettato: si iniziò con l’ex Penicilina, poi via Carlo Felice. Sgomberi concertati dopo le prove di forza di via Curtatone nel 2017, finito in una guerriglia, e di via Raffaele Costi. La lista degli sgomberi prioritari segue indicatori ben precisi: gli edifici pericolanti, quelli in cui sono state riscontrate condizioni igienico-sanitarie degradate, quelli per cui è intervenuta una sentenza della magistratura. In tutti i casi gli enti locali si sono impegnati a trovare alternative alloggiative.

Nell’elenco compaiono uno stabile in via dell’Impruneta; l’ex Inps in via Tuscolana, un palazzo in viale del Caravaggio e un ex salumificio in via Prenestina trasformato oggi in un museo. Ma la lista degli stabili occupati, seppur non con la spada di Damocle dello sgombero prioritario, è ancora più lunga e comprende anche l’immobile di via Statilia dove l’elemosiniere del Papa riattaccò la luce, immobili a viale del Policlinico, via delle Province, via Gian Maria Volonté, via Collatina, viale del Caravaggio, via di Torrevecchia, via Tor de’ Schiavi e Corso d’Italia. E l’immobile di via Napoleone III dove si trova la sede di Casapound.(ANSA).

Stampa
Condividi
Pubblicato da Redazione
Tags: sgomberi

Articoli recenti

Settimana della Birra Artigianale 2020

La Settimana della Birra Artigianale giunge alla sua decima edizione. Dal 16 febbraio sono aperte le iscrizioni

2 giorni fa

“Nocciola Italia”, il progetto di Ferrero, rifiutato dalla Calabria

Un progetto grandioso per valorizzare la coltura della nocciola italiana è stato negato dalla Calabria. Un' iniziativa, persa, per sostenere…

2 giorni fa

Roma Centro: elezioni, Leo sfida Gualtieri

Ecco chi sono i protagonisti  delle suppletive per la Camera di domenica 1 marzo

2 giorni fa

Via Nazionale, una strada lunga due millenni

I romani la chiamavano vicus longus. Poi, nell'800, grazie alla vendita di terreni nacque l'odierna arteria

2 giorni fa

Illuminazione artistica per Santa Maria Maggiore

Ieri sera l’inaugurazione. Novanta proiettori a led svelano tutta la bellezza della facciata della basilica

2 giorni fa

Patrimonio Roma: scontro su regolamento centri sociali

associazioni chiedono a M5s ritiro delibera

3 giorni fa

Donna trovata morta in strada a Roma, indaga la polizia

su viale Jonio, in zona Montesacro

3 giorni fa

Droga: oltre 1 kg marijuana nella borsa, arrestato 21enne a Roma

I carabinieri ieri hanno notato il giovane nei pressi di una biglietteria e si sono insospettiti

3 giorni fa

Omicidio Vannini: Bonafede, azione disciplinare per pm

Al magistrato verrebbe contestato di aver svolto in maniera superficiale l'inchiesta sulla morte del ragazzo

3 giorni fa

Questo sito utilizza cookie.