Categorie: Economia urbana

Cinghiali, Cia “ormai è allarme fauna selvatica”

Il presidente di Cia Scanavino lancia una provocazione per affrontare l’emergenza fauna selvatica: "a caccia tutti i giorni ma con personale specializzato"

A caccia tutti i giorni, ma con personale specializzato, per affrontare il problema, ormai fuori controllo, della fauna selvatica.

E’ la provocazione lanciata dal presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino, in risposta alle proposte uscite ieri per il contenimento della presenza dei cinghiali in Italia.

La questione degli animali selvatici è molto seria, tra danni milionari ad agricoltura e ambiente, rischio malattie, incidenti stradali sempre più frequenti e minacce alla sicurezza dei cittadini nelle città e in campagna -sottolinea il presidente Cia-. Solo i cinghiali, responsabili dell’80% dei danni all’agricoltura, sono passati da una popolazione di 50 mila capi in Italia nel 1980 ai quasi 2 milioni nel 2019. E’ del tutto evidente, quindi, che bisogna tornare a carichi sostenibili delle specie animali, in equilibrio tra loro e compatibili con le caratteristiche ambientali, ma anche produttive e turistiche, dei diversi territori.

L’emergenza fauna selvatica, però, non si risolve ampliando i calendari venatori -evidenzia Scanavino-. La riduzione selettiva dei cinghiali non può essere affidata ai cacciatori, che hanno una finalità hobbistica e sportiva. Per Cia-Agricoltori Italiani, piuttosto, deve essere prevista o rafforzata la possibilità di istituire personale ausiliario, un “corpo speciale” profilato, adeguatamente preparato e munito di licenza di caccia, per essere impiegato dalle autorità competenti in convenzione, mettendo in campo anche strumenti di emergenza e di pronto intervento.

Sono questi alcuni degli elementi contenuti nella proposta di modifica della legge 157/92 realizzata da Cia e che è ispirata da un modello di corretta gestione degli animali selvatici. Sarebbe opportuno -conclude il presidente Cia- che tale proposta fosse presa in seria considerazione e ne fosse accelerato l’iter parlamentare. Si tratta di risposte concrete che aspettano e che meritano gli Agricoltori Italiani.

 

Stampa
Condividi
Pubblicato da Redazione

Articoli recenti

Morto Enrico Nicoletti, il “cassiere” della banda della Magliana

E' morto in una clinica della capitale dov'era ricoverato da qualche tempo per gravi problemi di salute

38 minuti fa

Covid: Regione Lazio proroga ordinanze stop centri commerciali

Per limitare le occasioni di assembramento soprattutto nei week end

1 ora fa

A Roma due ”capi’ dei vigili per un giorno, poi uno lascia

Gerometta ha interim per poche ore, poi sindaca nomina Angeloni

2 ore fa

Intesa SanPaolo, il vino del Lazio accusa il colpo del Covid

Ristoranti chiusi e zero turisti affondano un settore tradizionalmente tonico. Ma la ripresa è dietro l'angolo

2 ore fa

Arrivano gli alberi di Natale

Domani, sabato 5 dicembre 2020 dalle ore 9,00 a Roma al Mercato di Campagna Amica in via San Teodoro 74…

18 ore fa

Banca del Fucino con con Eni Gas e Luce per riqualificazione energetica

Firmato l’accordo che prevede l’accesso a servizi finanziari per la messa in sicurezza sismica degli edifici condominiali e unifamiliari

20 ore fa

Roma, rafforzati controlli vie dello shopping e zone movida

Comitato sicurezza, più verifiche in centro, Trastevere e Eur

21 ore fa

Al Maximo ancora file e ressa, “Salute a rischio”

Cobas:"Scene che in piena pandemia andrebbero impedite"

21 ore fa

Covid: Zingaretti, 2 mln per società sportive dilettantistiche

I finanziamenti saranno erogati dopo la pubblicazione di un bando a cura della società regionale LAZIOcrea entro il mese di…

20 ore fa

Questo sito utilizza cookie.